La ragionevole certezza che Hitler non si è suicidato

la ragionevole certezza che Hitler non si è suicidato

nel 2014 per ordine del presidente degli stati uniti sono state desecretate oltre 700 pagine di documenti del FBI le cui informazioni contrastano con il presunto suicidio

Secondo i fatti noti il 30 aprile 1945 Hitler e la moglie Eva Braun si suicidano.  Il 2 maggio i societici assaltano il bunker e spediscono in patria i presunti resti di Hitler. Decenni dopo, nel 2009, scienziati americani ottengono dai russi il permesso di esaminare i resti di Hitler e dagli esiti, risultano essere di una donna di circa 30 anni.

Saranno molti gli argomenti trattati, la fuga di Hitler da Berlino probabile destinazione Spagna ( ufficialmente paese neutrale, ma di supporto alla Germania che forniva documenti falsi ai nazisti ). L'approdo successivo in Argentina e qui ci soffermeremo su tre luoghi, San Carlos de Bariloche, La Falda e Misiones dove documenti e testimonianze lo collocano. Ci saranno testimoni oculari, si hai capito bene testimoni oculari e tratteremo anche argomenti come il quarto reich, le rat lines con il coinvolgimento del Vaticano  e i misteri dietro la morte di Martin Bormann numero due del partito nazista.

I documenti del FBI non sono gli unici che vengono consultati in questa indagine, anche servizi segreti di altre nazioni hanno desecretato documenti su Hitler permettendo di attingere ad una documentazione più vasta.

i presunti resti del cranio di Adolph Hitler in possesso dei russi i presunti resti del cranio di Adolph Hitler in possesso dei russi

Dalle testimonianze storiche si racconta che Hitler si sparò ma non Eva Braun. Del presunto cranio rinvenuto di Hitler, che risulta essere in realtà di una donna, fu trovato anche un foro di uscita. Potrebbe essere quello di Eva Braun ma bisogna provarlo con un esame del DNA. Gli investigatori scoprono che esiste una unica parente ancora in vita. Vanno a trovarla sperando di ottenere un campione di DNA da confrontare ma la donna, comprensibilmente, vuole chiudere con il passato e li manda via senza la possibilità di poter fare questo raffronto genetico.

Ci sono due fonti che parlano della morte di Hitler. Una cerchia ristretta di testimoni, oggi morti,  che raccontano che Hitler si sparò un colpo,  fu avvolto in un lenzuolo e gli fu dato fuoco, e poi il racconto dei russi che giunsero qualche giorno dopo. Fra le affermazioni di oltre 500 imputati coinvolti nel processo di Norimberga eccone alcune trascritte sulla morte di Hitler:

  1. Jackubeck, una guardia delle S.S., riportando le parole di Linge, cameriere personale di Hitler che disse di non essere stato presente quando Hitler prese il veleno.
  2. ancora Jackubeck dichiara: Linge trasportò il corpo di Hitler di sopra e fuori mentre Kempka trasportò il corpo di Eva Braun, anche lei era avvolta. Kempka non potè davvero affermare se Hitler era morto perchè non vide il corpo.
  3. Erich Mansfeld, membro della Gestapo: era certo che il corpo fosse quello di un uomo ma non era certo il corpo fosse quello di Hitler
Maybe you might be interested
dichiarazioni di Jackubeck, guardia delle S.S. dichiarazioni di Jackubeck, guardia delle S.S.
dichiarazioni di Erich Mansfeld, membro della Gestapo dichiarazioni di Erich Mansfeld, membro della Gestapo
Maybe you might be interested

Se Hitler non è morto, come è scappato? Sappiamo che il Führerbunker aveva quattro vie di fuga. Una di queste, attraverso la fitte rete di tunnel costruiti a quei tempi per potenziare la rete metropolitana di Berlino, portava all'aeroporto di Tempelhof. L'ultima uscita pubblica di Hitler fu il 20 aprile, giorno del suo compleanno, e il giorno dopo si segnala una notevole fuga degli alti ufficiali con aerei.

  1. Il luogotenente Friedrich Olmes dichiara: ero convinto che un giorno sarei dovuto decollare con un aereo con Hitler e Himmler a bordo ....... so dei suoi piani. conosco la sua psicologia
  2. Nicholas Von Below dichiara: il Führer disse che accettava di andare a sud
  3. Ammiraglio nazista Karl von Puttkamer: lasciamo Berlino in aereo la mattina del 21 aprile ... il mio aereo decollò da Staaken e altri da Tempelhof. In tutto eravano 8 o 10 aerei
Controllando il registro di volo degli aerei che hanno lasciato Berlino il 21 aprile, un documento riporta che in uno di questi aerei furono caricati gli effetti personali di Hitler. L'aeroporto di Tempelhof cadde nelle mani russe solo il 28 aprile, una settimana dopo questo esodo.

dichiarazioni Friedrich Olmes, Nicholas Von Below e ammiraglio nazista Karl von Puttkamer al processo di Norimberga dichiarazioni Friedrich Olmes, Nicholas Von Below e ammiraglio nazista Karl von Puttkamer al processo di Norimberga
il registro di volo del 21 aprile riporta che furono caricati gli effetti personali di Hitler il registro di volo del 21 aprile riporta che furono caricati gli effetti personali di Hitler
Maybe you might be interested:
The second world war: riassunto in inglese
Guernica dipinto di Pablo Picasso