Virgilio, Eneide: Libro 07 - IL CERVO DI SILVIA ED IL PRIMO SCONTRO

Virgilio, Eneide: Libro 07 - IL CERVO DI SILVIA ED IL PRIMO SCONTRO

Latino: dall'autore Virgilio, opera Eneide parte Libro 07 - IL CERVO DI SILVIA ED IL PRIMO SCONTRO

Dum Turnus Rutulos animis audacibus implet, Allecto in Teucros Stygiis se concitat alis, arte nova, speculata locum, quo litore pulcher insidiis cursuque feras agitabat Iulus Mentre Turno riempie i Rutuli di audace coraggio, Alletto con le ali stigie si lancia contro i Teucri,con nuova arte, osservato il luogo, dove il bello Iulosul lido cacciava le fiere con trappole e corsa
Maybe you might be interested
Virgilio, Eneide: Libro 04 - RITI SEGRETI E MAGIA

hic subitam canibus rabiem Cocytia virgo obicit et noto naris contingit odore, ut cervum ardentes agerent; quae prima laborum causa fuit belloque animos accendit agrestis Qui la vergine di Cocito inietta ai cani una rabbia improvvisa e tocca le narico con un noto odore, perché furiosi inseguano un cervo; e questa fu la prima causa dei travagli ed accese di guerra rustici animi
Maybe you might be interested
Virgilio, Eneide: Libro 04 - LA RISPOSTA DI ENEA

cervus erat forma praestanti et cornibus ingens, Tyrrhidae pueri quem matris ab ubere raptum nutribant Tyrrhusque pater, cui regia parent armenta et late custodia credita campi Era un cervo stupendo per la superiore bellezza e le corna, strappato dalla mammella della madre, lo nutrivano i ragazzi di Tirro ed il padre Tirro, cui obbediscono gli armenti del re e la sorveglianza affidata della piana per largo tratto
Maybe you might be interested
Virgilio, Eneide: Libro 03 - LA TERRA D’ITALIA

adsuetum imperiis soror omni Silvia cura mollibus intexens ornabat cornua sertis, pectebatque ferum puroque in fonte lavabat Avvezzo agli ordini, con ogni cura la sorella Silvia intrecciandole di tenere corone ornava le corna, pettinava la bestia e lo lavava alla pura fonte
Maybe you might be interested
Virgilio, Eneide: Libro 09 - L’INTERVENTO DI APOLLO

ille manum patiens mensaeque adsuetus erili errabat silvis rursusque ad limina nota ipse domum sera quamvis se nocte ferebat Egli sopportando la mano e abitiato alla mensa padronale errava nelle selve e di nuovo alle note soglie lui stesso si recava a casa anche a notte tarda
hunc procul errantem rabidae venantis Iuli commovere canes, fluvio cum forte secundo deflueret ripaque aestus viridante levaret Lui che errava lontano le rabbiose cagne di Iulo lo stanarono, quando per caso scendeva lungo il fiume e sulla riva verdeggiante alleviava l'arsura
Maybe you might be interested
Virgilio, Eneide: Libro 02 - IL CAVALLO TRA LE MURA

ipse etiam eximiae laudis succensus amore Ascanius curvo derexit spicula cornu; nec dextrae erranti deus afuit, actaque multo perque uterum sonitu perque ilia venit harundo Lo stesso Ascanio, anche acceso dall'amore di grande lode vibrò frecce coll'arco ricurvo; né un dio mancò alla destra errante, lanciata con gran strepito la freccia giunse al ventre ed ai fianchi
Maybe you might be interested
Virgilio, Eneide: Libro 09 - LE NAVI TROIANE TRAMUTATE

saucius at quadripes nota intra tecta refugit successitque gemens stabulis, questuque cruentus atque imploranti similis tectum omne replebat Ferito però il quadrupede si rifugiò dentro i tetti noti e gemendo si ritiro nelle stalle, sanguinante lamento e simile ad uno che implora riempiva tutta la casa
Maybe you might be interested
Virgilio, Eneide: Libro 06 - USCITA DAL REGNO DEGLI INFERI

Silvia prima soror palmis percussa lacertos auxilium vocat et duros conclamat agrestis Silvia, la sorella, per prima percossasi le braccia con le mani chiede aiuto e chiama i duri lavoratori
Maybe you might be interested
Virgilio, Eneide: Libro 10 - MEZENZIO UCCISO DA ENEA

olli (pestis enim tacitis latet aspera silvis) improvisi adsunt, hic torre armatus obusto, stipitis hic gravidi nodis; quod cuique repertum rimanti telum ira facit Essi (la dura peste si nasconde nei taciti boschi) improvvisi di presentano, questi armato di robusto tizzone, questi di bastone pesante con nodi; quello che fu trovato da ognuno che cercava, l'ra lo fa arma