Un aneddoto della golosità di papa Giulio III

un aneddoto della golosità di papa Giulio III

appassionato di cipolle, le fa venire espressamente da Gaeta ma un piatto di cui andava pazzo era il pavone ripieno arrosto

Si narra che avendone mangiato un giorno soltanto metà a pranzo, raccomanda che gli tengano il resto per la cena; quando la sera scopre che lo hanno mangiato i suoi camerieri,  monta su tutte le furie. Ad un familiare che gli fa presente come in fondo non sia il caso di infuriarsi per mezzo pavone, lui risponde

Se Dio si adirò tanto perché Adamo mangiò una mela, non dovrei io, come suo vicario, inquietarmi con chi mi ha mangiato un pavone?

papa Giulio III

Maybe you might be interested

un bambino immortalato nella Scuola di Atene. Il retroscena
un bambino immortalato nella Scuola di Atene. Il retroscena

papa Giulio II segnalato per l'omosessualità, è colpevole anche di pedofilia. Nel 1511 il seguito alla cattura del marchese Francesco Gonzaga da parte dei veneziani, la moglie Isabella implora il pa...

l’aneddoto dietro il vestito da torero di Ambrose Vollard
l’aneddoto dietro il vestito da torero di Ambrose Vollard

quando Vollard si presenta davanti a Renoir vestito da torero, questi entusiasta di tutti quei colori, si precipita a fargli il ritratto. Claude Renoir spiega con maggior precisione dell'origine di qu...

"lo volemo romano" il popolo assedia l’assemblea dei cardinali nel conclave del 1378
"lo volemo romano" il popolo assedia l’assemblea dei cardinali nel conclave del 1378

Curioso fatto di cronaca narrato da uno scrittore contemporaneo, Andrea da Trebisonda

Tags: #pope
Francesco Maria I della Rovere, duca di Urbino - Tiziano

ritratto di Paolo III con i nipoti

passaggi e requisiti per diventare papa

il vescovo Jacopo Pesaro presentato a san Pietro da papa Alessandro VI - Tiziano

il patriarca di Costantinopoli viene scomunicato. Nasce il Grande Scisma d’Oriente

le nudità nascoste del giudizio universale