Io, un giudice popolare al maxiprocesso

Io, un giudice popolare al maxiprocesso

come ho vissuto da spettare la proiezione in tv del processo del secolo quello imbastito da Falcone e Borsellino e altri loro collaboratori meno noti ma non per questo meno importanti

Comincio col dire che non credevo in Italia ci fosse la giuria popolare. Quando la vedevo in varie serie tv americane, credevo che questo tipo di legislazione non riguardava anche noi, eppure con mia somma sorpresa apprendo il contrario, nonostante avessi seguito quanti documentari possibili su Cosa nostra e sulla 'Ndrangheta, questo aspetto comunque mi mancava.

Non si smette ma di imparare e, vedere questo film / documentario mi ha ricordato molto, oltre i soliti fatti noti, i comportamenti, i gesti, la diffidenza che si crea nei piccoli paesi del sud. Da dove, aggiungo, vengo.

La protagonista e tutte le persone che hanno accettato di far parte della giuria popolare hanno la mia completa stima, ero giovane a quei tempi, ma sono convinto che se grande e chiamato a comparire davanti il giudice, mi sarei comportato in maniera vigliacca inventando una scusa per non accettare l'incarico, come d'altronde hanno fatto molti. Non li condanno.

Donatella Finocchiaro interpreta Caterina Parisi giudice popolare Donatella Finocchiaro interpreta Caterina Parisi giudice popolare

Mi sono rivisto molto nella pressione popolare che subiva lei, che subiva la famiglia. Il marito l'ha sostenuta quasi sempre. Quasi perchè a volte anche lui ha avuto dei dubbi quando le minacce velate e non, dirette alla famiglia diventano ripetute. Il figlio che da adolescente ha vissuto malissimo quella situazione, la madre ripete spesso questo concetto. La comunicazione con il figlio era pressochè nulla.

Maybe you might be interested
il marito cerca di convincere Caterina Parisi a mollare il processo e tornare alla loro vita il marito cerca di convincere Caterina Parisi a mollare il processo e tornare alla loro vita

La scena di lei che non è ben accetta dal fruttivendolo quando si era sparsa la voce che era un infame mi ha colpito molto, perchè ogni modo è lecito per colpirla quindi per i mafiosi fare pressioni anche sulle persone che hanno a a che fare con il suo regime quotidiano è una tattica che si può rivelare vincente. Intimidire lui per convincerla a mollare.

Ed ecco che da affezionata cliente diventa una presenza scomoda. Lei la prima volta ne rimane spiazzata salvo reagire con fermezza la volta successiva e far valere le sue ragioni.

Lei e gli altri sono lo specchio della parte buona degli italiani del Sud al tempo in cui la mafia era un male che sembrava non poter essere sconfitta da nessuno. Per questo bisogna anche dire che la maggior parte della popolazione che comunque ha subito, ha preferito voltare la testa dell'altra parte per paura di ripercussioni personali.

Maybe you might be interested
chi ti uccise io gli mangerò il cuore

citazione di Leoluchina Sorisi fidanzata di Placido Rizzotto

da affezionata cliente a persona indesiderata dal fruttivendolo da affezionata cliente a persona indesiderata dal fruttivendolo
Maybe you might be interested
pif intervista Saviano

il testimone visto tutto d'un fiato, 10 e lode per il finale

Maybe you might be interested
paolo borsellino

Magistrato italiano, vittima della mafia. È considerato un eroe italiano, come Giovanni Falcone, di cui fu amico e collega.