Cicerone, In Verrem: 02; 04-15-20

Cicerone, In Verrem: 02; 04-15-20

Latino: dall'autore Cicerone, opera In Verrem parte 02; 04-15-20

[15] Quid mihi tam optandum, iudices, potest esse in hoc crimine quam ut haec eadem dicat ipse Heius [15] Che cosa, o giudici, petrebbe essere più desiderabile per me in questo capo daccusa che lo stesso Eio dica questa stessa cosa
Nihil profecto; sed ne difficilia optemus Certamente nulla; non desideriamo cose difficili
Heius est Mamertinus; Mamertina civitas istum publice communi consilio sola laudat; omnibus iste ceteris Siculis odio est, ab his solis amatur; eius autem legationis quae ad istum laudandum missa est princeps est Heius--etenim est primus civitatis: ne forte, dum publicis mandatis serviat, de privatis iniuriis reticeat Eio è un Mamertino; la cittadinanza Mamertina loda lei sola costui per pubblica deliberazione per la comunità; costui è odiato da tutti gli altri Siciliani, amato da questi soli; inoltre di questa delegazione che fu inviata per lodare costui, il capo è Eio infatti è il primo cittadino: pur di occuparsi degli affari pubblici, non a caso taccia sui torti personali
Maybe you might be interested
Cicerone, In Verrem: 02; 04-01-02

Latino: dall'autore Cicerone, opera In Verrem parte 02; 04-01-02

[16] Haec cum scirem et cogitarem, commisi tamen, iudices, Heio; produxi prima actione, neque id tamen ullo periculo feci [16] Sebbene conoscessi e meditassi queste cose, o giudici, tuttavia mi affidai ad Eio; lo feci comparire nel primo dibattito,e non creai alcun pericolo
Quid enim poterat Heius respondere, si esset improbus, si sui dissimilis Che cosa infatti avrebbe potuto rispondere Eio, se fosse stato un disonesto, se (fosse stato) diverso da se stesso
Maybe you might be interested
Cicerone, In Verrem: 01; 11-15

Latino: dall'autore Cicerone, opera In Verrem parte 01; 11-15

esse illa signa domi suae, non esse apud Verrem (Avrebbe detto che) quelle statue erano in casa sua, non erano da Verre
Qui poterat quicquam eius modi dicere Come avrebbe potuto dire una cosa del genere
Maybe you might be interested
Cicerone, In Verrem: 01; 01-05

Latino: dall'autore Cicerone, opera In Verrem parte 01; 01-05

Vt homo turpissimus esset impudentissimeque mentiretur, hoc diceret, illa se habuisse venalia, eaque sese quanti voluerit vendidisse Pur essendo un uomo molto turpe e che mentisse nella maniera più spudorata, avrebbe detto ciò, aveva quelli da vendere, e che li aveva venduti a quanto aveva voluto
Homo domi suae nobilissimus, qui vos de religione sua ac dignitate vere existimare maxime vellet, primo dixit se istum publice laudare, quod sibi ita mandatum esset; deinde neque se habuisse illa venalia neque ulla condicione, si utrum vellet liceret, adduci umquam potuisse ut venderet illa quae in sacrario fuissent a maioribus suis relicta et tradita Il più nobile uomo della sua casa, che voleva soprattutto che voi lo stimaste per la sua religione e dignità, innanzitutto disse ufficialmente che lodava costui, poiché gli era stato affidato questo; però non gli aveva dato quelli da vendere, né a qualche condizione, se avesse potuto farlo, non avrebbe mai potuto lasciarsi indurre a vendere quelle cose che erano nella cappella lasciate e tramandate dai suoi antenati
Maybe you might be interested
Cicerone, In Verrem: 02; 04-09-14

Latino: dall'autore Cicerone, opera In Verrem parte 02; 04-09-14

[17] Quid sedes, Verres [17] Perché siedi, Verre
Maybe you might be interested
Cicerone, In Verrem: 02; 04-71-75

Latino: dall'autore Cicerone, opera In Verrem parte 02; 04-71-75

Maybe you might be interested
Cicerone, In Verrem: 02; 02-16-20

Latino: dall'autore Cicerone, opera In Verrem parte 02; 02-16-20

Maybe you might be interested
Cicerone, In Verrem: 02; 05-51-55

Latino: dall'autore Cicerone, opera In Verrem parte 02; 05-51-55

Maybe you might be interested
Cicerone, In Verrem: 02; 41-45

Latino: dall'autore Cicerone, opera In Verrem parte 02; 41-45