Sarcofago di Nespaurshef, scriba del tempio di Amon-Ra, e le divinità cosmiche Geb, Nut e Shu, XXI dinastia

Sarcofago di Nespaurshef, scriba del tempio di Amon-Ra, e le divinità cosmiche Geb, Nut e Shu, XXI dinastia

frequentemente la decorazione dei sarcofagi, dal terzo periodo intermedio in poi, si arricchisce di numerose scene mitologiche che richiamano l'idea della rigenerazione. Una delle immagini più diffuse e suggestive riguarda senza dubbio il mito della separazione del cielo (il Dio Nut), della terra (il Dio Geb) da parte del dio dell'aria (il Dio Shu)

nel mito, si narra che Shu dovette intervenire per separare Geb e Nut che erano avvinti in un amoroso abraccio. Non è escluso che questa rappresentazione di Shu, che lo vede eretto con le braccia alzate a reggere il cielo, abbia fornito un prototipo fondamentale per la codifica iconografica del titano Greco atlante.

Il Dio Geb è di solito rappresentato, all'interno di questo quadro mitologico, steso e appoggiato a un braccio. Il colore scuro rimanda al ricco limo che nutre la terra egiziana dopo ogni inondazione.

La dea Nut è incurvata a rappresentare la volta celeste. Nel mito narrato nel libro della vacca Celeste, ella è detta divorare i propri figli (le stelle al mattino, il Sole al tramonto) per poi partorire nuovamente, tutti i giorni. Per tale motivo la testa e la vulva indicano rispettivamente l'ovest e l'est ideale

Maybe you might be interested

l’evoluzione delle dinastie egizie
l’evoluzione delle dinastie egizie

lo stato faraonico nasce attorno al 3.000 a.C. dall'unione di un regno meridionale con uno settentrionale. Evento cruciale per lo sviluppo della cultura lungo tutta la valle del Nilo

Statua del capo scultore Bak, da el-Amarna, XVIII dinastia
Statua del capo scultore Bak, da el-Amarna, XVIII dinastia

L'importanza storico-artistica di Bak non risiede solo nel fatto di avere elaborato l'enigmatico canone rappresentativo amarniano ma anche di essersi saputo rendere interprete di un messaggio religios...

Scena funeraria con Hathor che esce dalla montagna tebana, dal sarcofago di Nespaurshefi, XXI dinastia
Scena funeraria con Hathor che esce dalla montagna tebana, dal sarcofago di Nespaurshefi, XXI dinastia

la dea è raffigurata nella sua forma cosmica di Vacca Celeste mentre esce dalla montagna per porgere le proprie mammelle al defunto. Il manto piazzato, che richiama il firmamento, rimanda all'arcaica...

come è stato danneggiato il volto della Sfinge

Il Cristianesimo sancisce la fine della civiltà egizia

l’identità svelata della mummia urlante conduce all’omicidio di Ramses III

L’orto botanico tra gli interessi di Thutmosi III

i Tre sarcofagi della tomba di Tutankhamon

Hatshepsut, la regina divenuta faraone