Ritratto di Innocenzo X - Diego Velazquez

Ritratto di Innocenzo X - Diego Velazquez

nel 1649 la città di Roma si prepara al giubileo e Giovan Battista Pamphili, salito al sommo pontificio con il nome di Innocenzo X, vuole tirarla a lucido per stupire i pellegrini che l'anno successivo arriveranno

Vengono coinvolti molti artisti e fra questi c'è anche Diego Velazquez, arrivato dalla Spagna, per acquistare quadri a nome del re Filippo IV. Velazquez al tempo era l'artista spagnolo più noto e aveva fama di essere un grande ritrattista.

Innocenzo X approfitta dell'occasione e chiede un suo ritratto. Il pontefice è rappresentato seduto mentre indossa il camauro e i suoi lineamenti non vengono idealizzati. Nella tela viene immortalato uno sguardo severo, d'altronde il papa non godeva al tempo di buona fama. Spesso criticato dall'opinione pubblica, era visto come un tiranno dalla morale severa.

I colori usati sono pochi ma applicati sotto varie tonalità grazie alla maestria dell'artista. Fra tutti, dominano bianco e rosso

Maybe you might be interested

ritratto di Paolo III senza camauro - Tiziano
ritratto di Paolo III senza camauro - Tiziano

papa Alessandro Farnese, nominato in precedenza cardinale nel 1493, godette dei favori di sei papi, da Alessandro VI a Clemente VII, dimostrando di saperdi districare nelle fazioni dei francesi e spag...

passaggi e requisiti per diventare papa

Vecchia che frigge le uova - Diego Velazquez

una leggenda dà il nome a Castel sant’Angelo

la messa di Bolsena nella stanza di Eliodoro

Giulia Farnese l’amante del papa Alessandro VI

un bambino immortalato nella Scuola di Atene. Il retroscena