Livio, Ab urbe condita: Libro 27; 27 - 28

Livio, Ab urbe condita: Libro 27; 27 - 28

Latino: dall'autore Livio, opera Ab urbe condita parte Libro 27; 27 - 28

[27] Ceterum consulem Marcellum tanta cupiditas tenebat dimicandi cum Hannibale ut numquam satis castra castris conlata diceret; tum quoque vallo egrediens signum dedit ut ad locum miles esset paratus, ut si collis in quem speculatum irent placuisset, vasa conligerent et sequerentur [27] Marcello, invece, era acceso da una brama così grande di combattere contro il Cartaginese, da ritenere che i propri accampamenti non fossero mai abbastanza a contatto con quelli di Annibale, anche allora, uscendo dalla trincea, diede il segnale perché i soldati stessero ciascuno al suo posto pronti a togliere il campo ed a seguirlo se egli l'avesse giudicato opportuno, dopo aver esplorato l'altura
Exiguum campi ante castra erat; inde in collem aperta undique et conspecta ferebat via Dinanzi all'accampamento vi era una pianura poco estesa; di là la via verso il colle era aperta da ogni parte ed accessibile allo sguardo
Numidis speculator nequaquam in spem tantae rei positus sed si quos vagos pabuli aut lignorum causa longius a castris progressos possent excipere, signum dat ut pariter ab suis quisque latebris exorerentur Una vedetta numida, posta in quel punto, non perché Annibale sperasse il un fatto così grande, ma solo per sorprendere chi sparsi a foraggiare o a far legna si fossero allontanati troppo dall'accampamento, diede ai suoi compagni il segnale perché tutti insieme uscissero ognuno dal suo nascondiglio
Maybe you might be interested
Livio, Ab urbe condita: Libro 44; 21 - 33

Latino: dall'autore Livio, opera Ab urbe condita parte Libro 44; 21 - 33

Non ante apparuere quibus obuiis ab iugo ipso consurgendum erat quam circumiere qui ab tergo intercluderent viam; tum undique omnes exorti, et clamore sublato impetum fecere Chi dalla sommità del colle doveva levarsi di fronte al nemico, non si mostrò prima che gli altri avessero circondato il colle per poter chiudere la strada alle spalle del nemico, allora i Numidi balzarono tutti fuori da ogni parte e, gridando, assalirono i Romani
Cum in ea valle consules essent ut neque evadere possent in iugum occupatum ab hoste nec receptum ab tergo circumuenti haberent, extrahi tamen diutius certamen potuisset ni coepta ab Etruscis fuga pauorem ceteris iniecisset I consoli si trovavano in quell'avvallamento senza poterne uscire perché la sommità dell'altura era occupata dai nemici, né era possibile ila ritiro poiché erano circondati alle spalle; tuttavia, avrebbero potuto protrarre ancora la lotta, se gli Etruschi, avendo cominciato a fuggire, non avessero gettato la paura nelle file degli altri
Maybe you might be interested
Livio, Ab urbe condita: Libro 08, Parte 02

Latino: dall'autore Livio, opera Ab urbe condita parte Libro 08, Parte 02

Non tamen omisere pugnam deserti ab Etruscis Fregellani donec integri consules hortando ipsique ex parte pugnando rem sustinebant; sed postquam uolneratos ambo consules, Marcellum etiam transfixum lancea prolabentem ex equo moribundum uidere, tum et ipsi --perpauci autem supererant--cum Crispino consule duobus iaculis icto et Marcello adulescente saucio et ipso effugerunt Peraltro i Fregellani, pur abbandonati dagli Etruschi, non desistettero dal combattere finché i consoli incolumi sostenevano la lotta, incitandoli e combattendo essi stessi per quanto potevano; ma dopo che videro che ambedue i consoli erano feriti e videro per di più Marcello che trafitto da una lancia cadeva da cavallo moribondo, allora anch'essi, quei pochi che erano sopravvissuti, fuggirono insieme col console Crispino colpito da due dardi e col giovane Marcello ferito anch'egli
Interfectus A Manlius tribunus militum, et ex duobus praefectis socium M Aulius occisus, Arrenius captus; et lictores consulum quinque uiui in hostium potestatem uenerunt, ceteri aut interfecti aut cum consule effugerunt; equitum tres et quadraginta aut in proelio aut in fuga ceciderunt, duodeviginti vivi capti Cadde il tribuno dei soldati A Manlio e dei due comandanti alleati, Manlio Aulio fu ucciso e L Arrenio fatto prigioniero; caddero vivi in mano dei nemici cinque littori dei consoli, gli altri o furono uccisi o fuggirono col console; cuarantatré cavalieri caddero nella lotta o nella fuga, diciotto furono catturati
Maybe you might be interested
Livio, Ab urbe condita: Libro 27; 15 - 16

Latino: dall'autore Livio, opera Ab urbe condita parte Libro 27; 15 - 16

Tumultuatum et in castris fuerat, ut consulibus irent subsidio, cum consulem et filium alterius consulis saucios exiguasque infelicis expeditionis reliquias ad castra venientes cernunt Nell'accampamento i soldati avevano strepitato perché volevano aiutare i consoli, quando videro il console ed il figlio venire verso il campo feriti coi pochi avanzi di quella triste spedizione
Mors Marcelli cum alioqui miserabilis fuit, tum quod nec pro aetate --iam enim maior sexaginta annis erat--neque pro ueteris prudentia ducis tam improvide se collegamque et prope totam rem publicam in praeceps dederat La morte di Marcello, se anche per altre ragioni poteva essere oggetto di compianto, lo fu soprattutto perché, con un comportamento non conforme all'età di un uomo di sessant'anni ed alla saggezza di un vecchio comandante, aveva messo in pericolo con tanta avventatezza sé, il collega e pressoché tutta la repubblica
Maybe you might be interested
Livio, Ab urbe condita: Libro 39; 41 - 45

Latino: dall'autore Livio, opera Ab urbe condita parte Libro 39; 41 - 45

Multos circa unam rem ambitus fecerim si quae de Marcelli morte variant auctores, omnia exsequi velim Sarei costretto a parlare troppo trattando solo questo argomento, se volessi seguire le diverse narrazioni degli storici intorno alla morte di Marcello
Maybe you might be interested
Livio, Ab urbe condita: Libro 02; 48 - 65

Latino: dall'autore Livio, opera Ab urbe condita parte Libro 02; 48 - 65

Maybe you might be interested
Livio, Ab urbe condita: Libro 37; 01 - 05

Latino: dall'autore Livio, opera Ab urbe condita parte Libro 37; 01 - 05

Maybe you might be interested
Livio, Ab urbe condita: Libro 37; 26 - 30

Latino: dall'autore Livio, opera Ab urbe condita parte Libro 37; 26 - 30

Maybe you might be interested
Livio, Ab urbe condita: Libro 36; 07 - 08

Latino: dall'autore Livio, opera Ab urbe condita parte Libro 36; 07 - 08