La crocifissione di Lorenzo Lotto

la crocifissione di Lorenzo Lotto

L'opera fu commissionata dal vescovo Nicolò Bonafede, protagonista nel dipinto, appare inginocchiato di lato ad un angelo che, con i suoi gesti, lo invita ad osservare la scena dello svenimento della Vergine Maria

Il cielo è cubo ed il vento si percepisce dagli abiti bianchi che indossano i condannati. Svolazzano facendo capire da quale lato spira. Dalla stessa direzione arriva anche la luce.

Il ladrone buono si protende verso Gesù, mentre il cattivo si dimena come un ossesso patendo le sue pene, con un sguardo allucinato. I soldati, chi a piedi, chi a cavallo, guardano verso l'alto, consapevoli della gravità del momento. Curiosamente un cavallo bianco guarda in direzione diversa ... verso lo spettatore.

Una delle donne che sorregge Maria, ha il volto scavato da una lacrima che lentamente scende giù. Anche un uomo partecipa al sostegno della Vergine. Si tratta di Giovanni, avvolto da una tunica verde, mentre con il suo sguardo cerca il vescovo Bonafede. C'è tormento, una sofferenza che non si riesce a gestire tale è grande