Il Sacrificio di Isacco di Caravaggio

Il Sacrificio di Isacco di Caravaggio

E' ispirato ad un episodio dell'Antico Testamento in cui Dio sottopone Abramo ha una straordinaria prova di obbedienza. Abramo dovrà sacrificare il suo unico figlio Isacco come prova di fede

#caravaggio #art

Abramo decide di eseguire l'ordine del Signore e nel mentre sta per uccidere il figlio, un angelo interviene per fermarlo proprio all'ultimo istante. Il momento è concitato, Isacco grida e si agita per tentare di liberarsi dalla presa del padre. Abramo con un braccio cerca di trattenere il figlio mentre con l'altro tiene il coltello col quale sta per ucciderlo. Ancora Abramo che tenta di liberarsi dalla presa dell'angelo guardandolo con uno sguardo corrucciato come se non comprenda il messaggio che gli sta portando. Isacco ha il capo adagiato su una pietra che diviene simbolo dell'altare cristiano e quindi del sacrificio di Cristo. Salvato all'ultimo dall'angelo, al suo posto verrà sacrificato l'ariete. L'angelo infatti blocca il braccio di Abramo giusto in tempo e gli indica l'ariete rimasto impigliato con le corna, come fosse un segno, e che verrà sacrificato al posto del figlio.

La scena è ambientata in un paesaggio collinare con un piccolo centro abitato. Il Dipinto, con realismo, sembra quasi una fotografia scattata nel momento culminante dell'azione. La verità viene raffigurata senza alcun filtro come da caratteristica di Caravaggio

Non stendere la mano contro il ragazzo e non fargli alcun male!
Ora so che tu temi Dio e non mi hai rifiutato tuo figlio, il tuo unico figlio


Genesi XXII, v.12

Maybe you might be interested

Giuditta e Oloferne di Caravaggio
Giuditta e Oloferne di Caravaggio

Il dipinto, andato perduto per secoli, fu ritrovato nel 1951. L'opera si ispira alla storia di Giuditta narrata nel libro di Giuditta in cui, la vedova ebrea, riesce a liberare la città di Betulia as...

Tintoretto e Caravaggio a confronto
Tintoretto e Caravaggio a confronto

Scutari Valentina Il “Miracolo dello schiavo” di Jacopo Tintoretto e il “Martirio di San Matteo” di Michelangelo Merisi detto il Caravaggio

l’opera del Caravaggio trafugata dalla mafia
l’opera del Caravaggio trafugata dalla mafia

"La natività con i Santi Lorenzo e Francesco" fu realizzata da Caravaggio a Palermo nell'oratorio di San Lorenzo nel 1609. L'opera venne trafugata il 17 ottobre del 1969 e al suo posto si trova una c...

le tele del Caravaggio nella chiesa San Luigi dei Francesi
le tele del Caravaggio nella chiesa San Luigi dei Francesi

nella cappella Contarelli si trovano: La vocazione, il martirio di san Matteo, san Matteo e l'angelo (seconda versione) in quanto la prima versione andata persa

la Madonna del Belvedere di Raffaello Sanzio
la Madonna del Belvedere di Raffaello Sanzio

il quadro rappresenta l'incontro tra Gesù bambino e Giovanni Battista

la disputa del sacramento di Raffaello Sanzio
la disputa del sacramento di Raffaello Sanzio

La scena è organizzata in due registri: chiesa trionfante e chiesa militante, e si ispira al 13° libro delle confessioni di sant'Agostino

Cattura di Cristo di Caravaggio
Cattura di Cristo di Caravaggio

La scena rappresenta Cristo durante la cattura. Giuda, il più vicino, lo cinge quasi in un abbraccio e subito dietro i soldati in armatura, nell'impeto di arrestarlo

decollazione del Battista di Caravaggio
decollazione del Battista di Caravaggio

viene dipinto dal Caravaggio a Malta ed è conservato nella cattedrale della Valletta

La flagellazione di Cristo di Caravaggio
La flagellazione di Cristo di Caravaggio

Il dipinto, olio su tela 1607-1609, si trova al museo nazionale di Capodimonte e fu realizzato a Napoli. L'opera fu commissionata da un magistrato laico, Tommaso de Franchis

il mito all’origine del santuario della Ka’ba
il mito all’origine del santuario della Ka’ba

enorme parallelepipedo nero familiare a chiunque abbia visto in televisione le immagini delle centinaia di migliaia di pellegrini che compiono 7 volte il giro intorno quel simbolo di fede