Il Colosseo raccontato in numeri

Il Colosseo raccontato in numeri

Conosciuto anche come Anfiteatro Flavio (prende il nome dall'era degli imperatori Flavi) è l'anfiteatro ovale più grande mai costruito

La costruzione iniziò sotto l'imperatore Vespasiano per poi essere completato dal successore Tito. Ci volle circa un decennio dal 70 al 80 d.C.

Misura 50 metri di altezza e 156 metri di lunghezza e i principali materiali impiegati furono calce e sabbia. Disponeva di 80 tra ingressi e uscite ed era coperto da un velario manovrabile a mano per riparare dal sole gli spettatori. Il piano dell'arena era in legno ricoperto di sabbia, i settori erano assegnati in ordine di importanza con i posti migliori riservati ai senatori. L'imperatore aveva una balconata a parte. Il Colosseo poteva ospitare fino a 70.000 spettatori. Al di sotto dell'arena c'era l'ipogeo, ancora oggi ben visibile che consisteva in una serie di gallerie utilizzate per tenere in gabbia gli animali importati come i leoni che venivano rilasciati attraverso un sistema di botole.

L'arena ospitò diversi spettacoli cruenti come l'esecuzione dei condannati o il combattimento tra gladiatori.

i settori del colosseo assegnati per importanza. Primi i senatori, ultimi donne e plebei i settori del colosseo assegnati per importanza. Primi i senatori, ultimi donne e plebei
Maybe you might be interested:
Flavius Scorpus: l'auriga più famoso della storia di Roma
il Circo Massimo. Creazione di Traiano per creare consenso nel popolo