Gaio Giulio Cesare: riassunto breve

Gaio Giulio Cesare: riassunto breve

Appartiene ad una famiglia nobile e una sua zia aveva sposato Gaio Mario

Cesare (100-44 a.C.). Segue una brillante carriera politica anche con l'appoggio economico di Crasso, a cui poi renderà riconoscimento. Nel 61 come propretore diventa governatore della Spagna Ulteriore. Nel frattempo si sviluppa anche la carriera di Pompeo ( da ricordare nel 66 la vittoria contro i pirati e la conseguente risistemazione dell'Oriente). Nel 60 c'è un accordo privato, Il Primo Triumvirato, tra Pompeo, Crasso e Cesare in cui questi tre uomini , nelle cui mani c'è l'"imperium" si spartiscono il potere (Pompeo la penisola iberica e la Spagna;  Cesare l'anno dopo divenne console e per 5 anni governatore della Gallia; Crasso aveva la parte orientale dell'impero).

Cesare va in Gallia e dalla Provenza progetta delle missioni militari (senza approvazione del senato) e con una serie di campagne durate circa 10 anni controlla tutta la Gallia (territorio vastissimo e ricchissimo).  Nel frattempo però si costruisce un vero e proprio esercito personale. Nel frattempo l'accordo del 56 a Lucca aveva stabilito anche che una volta completati questi 10 anni avrebbe potuto presentarsi a Roma senza deporre l'"imperium"  per il consolato dell'anno seguente. Nel 53 però muore Crasso (perde anche le insegne) e il triumvirato perde il suo equilibrio. Pompeo nel 52 fa annullare quel provvedimento e si fa nominare "consul sine collega" ( a Roma ci sono anche gli scontri tra Clodio (dalla parte di Cesare) e Milone (tribuno che sostiene Pompeo)).  Gli scontri partono dalla morte violenta di Clodio, Milone è costretto a fuggire da Roma.

Nel 51 Pompeo è per la seconda volta consul sine collega. Nel 50 Cesare va nella Gallia Cisalpina e agli inizi del 49 manda delle lettere al Senato, che non vengono neppure lette e il 7 gennaio del 49 il Senato pronuncia il "senatus consultum ultimum" con cui Cesare è proclamato nemico pubblico. Cesare con le legione passa la linea pomeriale attraversando il fiume Rubicone ("Alea iacta est").

Cesare segue la costa adriatica e non trova ostacoli; Pompeo si sposta in oriente e Cesare arriva a Roma, si appropria del tesoro pubblico. Manda Apollonio  e Petrenio in Spagna e Trebonio a Marsiglia dove c'erano delle truppe di Pompeo. Si mette poi sulle tracce di Pompeo e inizialmente si trova in svantaggio. Nell'agosto del 49 a Farsalo  i senatori inesperti spingono Pompeo alla battaglia e Cesare ottiene una grande vittoria.

Maybe you might be interested
Il progetto dinastico di Augusto crolla. Tiberio è imperatore

Ottaviano ha una figlia, Giulia, avuta da Scribonia ma lascia la moglie quando si innamora di Livia. La donna non gli da nessun figlio ma ne ha già u...

Pompeo fugge in Egitto dove c'era la lotta tra i figli di Tolomeo e Cleopatra  e quando arriva sulle coste, due emissari di Tolomeo, Achilla e Settimio, che uccidono Pompeo e hli tagliano la testa, mandandola in omaggio a Cesare. Il Bellum Civile si conclude quando Cesare riesce a fare uccidere Achilla e Settimio. Nel 47 vince a Zela ("veni, vidi, vici"). Nel 46 vince a Taiso e nel 45 in Spagna a Munda. In un anno tenterà di ristrutturare la res publica, la cosa riuscirà soltanto ad Ottaviano poiché nelle idi di Marzo del 44 a.C. Cesare muore sotto i pugnali della congiura architettata dagli optimates. Le sue opere principali sono  il "Bellum Civile" e il "De bello Gallico".