Terenzio, Hecyra: Prologus II, pag 2

Terenzio, Hecyra: Prologus II

Latino: dall'autore Terenzio, opera Hecyra parte Prologus II

vetere in nova coepi uti consuetudine in experiundo ut essem; refero denuo Nel primo atto mi va bene, piaccio, ma ecco che scoppia la notizia che si esibiranno i gladiatori
primo actu placeo; quom interea rumor venit datum iri gladiatores, populu' convolat, [40] tumultuantur clamant, pugnant de loco: ego interea meum non potui tutari locum Il popolo ci si butta, fan tumulto e clamori, si contendono il posto a [40] suon di pugni; e io, intanto, mica potevo difenderlo, il mio posto: oggi, be' oggi non c'è casino, tutto è pace e silenzio
nunc turba nulla est: otium et silentiumst: agendi tempu' mihi datumst; vobis datur potestas condecorandi ludos scaenicos Mi è stato concesso tutto il tempo che mi serve
Maybe you might be interested
[45] nolite sinere per vos artem musicam recidere ad paucos: facite ut vostra auctoritas meae auctoritati fautrix adiutrixque sit A voi viene offerta l'occasione di rendere onore ai ludi scenici; [45] e voi non dovete permettere, voi, che la commedia, per colpa vostra, si riduca a spettacolo per pochi: fate che la vostra autorità sia di aiuto e di sostegno alla mia
si numquam avare pretium statui arti meae et eum esse quaestum in animum induxi maxumum [50] quam maxume servire vostris commodis, sinite impetrare me, qui in tutelam meam studium suom et se in vostram commisit fidem, ne eum circumventum inique iniqui inrideant Se è vero che mai ho speculato sulla mia arte, che sempre ho nutrito la convinzione che il mio guadagno più grande stia nel [50] servire al vostro piacere, bene, fate sì che io ottenga questa grazia: non sia vittima di ingiusta gazzarra di ingiusti avversari colui che ha affidato la sua opera, e se stesso, alla mia difesa e alla vostra lealtà
Maybe you might be interested
mea causa causam accipite et date silentium, [55] ut lubeat scribere aliis mihique ut discere novas expediat posthac pretio emptas meo Accoglietela dunque la mia istanza, per riguardo a me, e concedetelo, il vostro [55] silenzio, sicché anche ad altri venga voglia di scrivere commedie e a me, poi, di rappresentarle, dopo averle acquistate a spese mie
Maybe you might be interested
Maybe you might be interested:
Terenzio, Hecyra: Actus IV, 577-606