Ritratto di giovane con cappello e guanti - Tiziano Vecellio

ritratto di giovane con cappello e guanti - Tiziano Vecellio

La sua serenità riflessiva è colta con impareggiabile forza nello sguardo rivolto all'esterno e nell'equilibrio tra la posa agiada e l'essenziale partitura cromatica del blu-grigio del costume, interrotta dai bianchi della camicia e dal rosso rubino della manica del vestito

è immediata la sensibilità con cui Tiziano presenta l'anonimo effigiato, in emersione dalla penombra, la figura tagliata di 3-4 in un mezzo busto la cui importanza è avviata dalla mano posata su di un parapetto. Il tutto accoglie e narra spiritualmente un uomo in perfetto equilibrio tra posa e presa di uno spazio distinto dal grigio intenso del paramento marmoreo . Dettaglio fondante nel definire la sapiente regia cromatica dell'abbigliamento:

il rosso vivo ripreso nella bordatura da cui sboccia la plissettata della luminescente camicia bianca, appena toccata dai riflessi violacei della veste. Colore e ricchezza della veste sono resi dall'abilità con cui Tiziano calibra la pennellata, così da mostrare le differenti qualità dei tessuti e gli effetti di luce su di essi


Resurrezione di Cristo - Tiziano Vecellio

la venere di Urbino di Tiziano

la Madonna con il bambino e i santi Caterina d’Alessandria e Domenico con il donatore - Tiziano

Annunciazione - Tiziano Vecellio

cena in Emmaus - Tiziano Vecellio

Cristo e il Fariseo « Date a Cesare ... » - Tiziano Vecellio