I quattro viaggi di Cristoforo Colombo verso il nuovo mondo

i quattro viaggi di Cristoforo Colombo verso il nuovo mondo

Colombo aveva sbagliato calcolando 4.000 km dalle Canarie al Giappone anziché le reali 22.000. Ha trascinato il suo equipaggio in un viaggio senza speranza e il suo fallimento resta nell'immaginario collettivo come una delle piu grandi avventure di tutti i tempi

10 anni la durata dei suoi 4 viaggio ridisegno l'immagine della terraAll'epoca di Colombo il mondo è composto da 3 continenti: Asia, Europa e Africa. Dell'Africa le prime mappe arrivano fino al Sahara, si sa che ci sono altre terre ma non se ne conosce l'estensione. Quando Costantinopoli cade nelle mani dell'impero ottomano, la via prediletta per lo scambio di merci con l'oriente si interrompe. Colombo si convince di poter raggiungere le indie navigando ad ovest, dato che era ufficialmente riconosciuto che la Terra era tonda. Il re Ferdinando e Isabella di Spagna dopo estenuanti pressioni cedono e finanziano il viaggio con tre caravelle. 

La ragione economica, spinge la ricerca di nuove rotte oceaniche. Le spezie, i tessuti, le merci preziose, percorrevano La via della seta arrivavano sulle coste del Mediterraneo e  da lì ci pensavano i mercanti genovesi e veneziani a distribuirle in Europa, ma con la caduta di Costantinopoli e il filtro dell'impero Ottomano tra Oriente e Occidente, quelle vie mercantili diventano impraticabili. Le nazioni più interessante sono quelle affacciate sull'atlantico.

PRIMO VIAGGIO 1492-1493

Colombo salpa dal porto di Palos il 3 agosto 1492 con 90 uomini. Affronta l'oceano Atlantico che veniva chiamato mare delle tenebre. Ha l'intuizione di seguire gli alisei che accorcerà di molto il viaggio. In un tratto della traversata  trovano molte alghe, sono giunti nel mar dei Sargassi, credono di essere vicino terra ma ancora il viaggio continua. Dopo 33 giorni di navigazione compare la prima isola nella notte tra 11 e il 12 ottobre.

Colombo crede sia una delle isole al largo della Cina. Ne prende possesso e le battezza San Salvador, poi un altra Fernandina e ancora Santa Maria della conception. Quelle isole fanno parte dell'arcipelago delle Bahamas. Poi scopre Cuba e crede di aver trovato Cipango l'attuale Giappone. Poi naviga verso sud e trova un altra isola che gli indiani chiamano Cibao ( che significa luogo coperto di pietre ) e la chiama Espagnola, oggi corrisponde alle nazioni di Haiti e repubblica Dominicana. Cambia idea, ora crede che questa isola sia Cipango e Cuba rappresenti la punta del continente asiatico. Torna in Spagna con le prove del suo successo.

SECONDO VIAGGIO 1493-1496

Cristoforo Colombo organizza la seconda spedizione, più numerosa, ben 17 navi partono da Cadice nel settembre del 1493. Stavolta approva nelle piccole Antille e si ferma a Guadalupe poi ritorna a Espagnola. Questa è la prima prova di colonizzazione ma la convivenza con gli indigini embra non funzionare e finisce in un bagno di sangue. Lascia l'isola per esplorare le altre terre e naviga verso Cuba. Gli abitanti del luogo dicono che questa terra non ha conosciuto fine, quindi si convince di trovarsi sulla terra ferma e torna indietro. Peccato, ancora poche miglia a nord e avrebbe scoperto che era un isola. Cuba deve essere per forza di cose l'inizio della terra nell'estremo est dell'Asia e ritorna di nuovo in Spagna

TERZO VIAGGIO 1498-1500

Dopo un accordo tra i regnanti di Spagna e Portogallo sulla spartizione delle terre, Colombo ottiene l'autorizzazione di partire da Capo Verde, possedimento portoghese. Nel Giugno del 1498 pate con 6 caravelle e prende una rotta molto più a sud. il 31 luglio, pensando di essere arrivato sulla punta estrema dell'India, approva in sudamerica vicino la corrente dell'Orinoco. Descrive la gente del posto come di maggiore comprensione rispetto gli indigeni del primo viaggio.

Studiando le carte capisce che non può essere l'India la terra in cui si trova quindi, escludendo a priori l'esistenza di un quarto continente, teorizza sia l'Eden il Paradiso terrestre. Torna di nuovo ad Espagnola, dove viene arrestato dal nuovo governatore con l'accusa di pensare più alla esplorazione che agli interessi della missione. Viene riportato in Spagna in catene e privato del titolo di vice re

Maybe you might be interested
La scoperta dell’America: riassunto

INVENZIONE DI NUOVI STRUMENTI PER LA NAVIGAZIONE PER LA NAVIGAZIONE

QUARTO VIAGGIO 1502-1504

Colombo è tormentato e non ha pace. La sua ossesione è trovare la via per le Indie passando da ovest. Convince i re di Spagna per una altra missione a quasi 50 anni. Raggiunge l'Honduras alla ricerca di un varco per le Indie, naviga lungo la costa per 48 giorni, arriva in Costarica e quando entra a Panama decide di attraccare. Ritiene che oltre la baia si trovi un altro oceano ma non trova il passaggio. L'intuzione è però giusta. 400 anni dopo si aprirà il canale di Panama.

Il sogno di Colombo svanisce, malato di gotta e di un infezione agli occhi riparte attraverso il mar dei Caraibi ma un tempesta lo costringe ad un attracco forzato in Giamaica con la barca inutilizzabile. Rimane bloccato per un anno prima di essere salvato dalla marina spagnola. Torna in Spagna e muore nel 1506 senza aver portato a termine il suo progetto di vita

1507 cartografo Waldseemuller rappresenta il mondo in proiezione conica e con la dicitura America per la prima volta 1507 cartografo Waldseemuller rappresenta il mondo in proiezione conica e con la dicitura America per la prima volta
Maybe you might be interested
La scoperta dei nuovi mondi: riassunto

La caduta di Costantinopoli e le nuove rotte commerciali verso le Indie

Maybe you might be interested
i confini del mar dei Sargassi

a ovest corrente del golfo che si muove verso la corrente del nord atlantico, da qui verso la corrente delle canarie e infine la corrente equatoriale ...