Deposizione - Michelangelo Merisi detto il Caravaggio

Deposizione - Michelangelo Merisi detto il Caravaggio

Due uomini stanno adagiando il corpo cadaverico di Gesù per terra, sono il discepolo Giovanni e il fariseo Nicodemo che tiene le braccia sotto le gambe di Gesù per avere una presa salda. Nicodemo era un dottore della legge e membro del Sinedrio. Aveva riconosciuto Cristo come figlio di Dio e si era prodigato per dare aiuto dopo la sua morte

Dietro di loro tre donne tristi che esprimono il loro dolore. Maria, la madre di Gesù, è a capo chino avvolta da un abito azzurro. Appare anziana e provata. Maria Maddalena chiusa in se stessa dal dolore e Maria di Cleofa, zia di Gesù e sorella di Maria, che invoca l'eterno a braccia spalancate. Maria di Cleofa aveva sposato il fratello di Giuseppe.

Cristo, deposto su una pietra, ha sulle mani e sui piedi, i segni lasciati dalla crocifissione, e suol costato si nota la ferita aperta prodotta dalla lancia del soldato romano. La ferita sul costato è sfiorata dalla mano di Giovanni. Il corpo, umiliato e torturato, mostrato in tutta la sua debolezza umana, sta per essere preparato alla sepoltura secondo le usanze del tempo, eppure il corpo è illuminato da una intensa luce. Il suo braccio destro è percorso da vene rigonfie che non avrebbe senso in un cadavere, se non fosse, che lascia presagire la resurrezione

Maybe you might be interested
La deposizione dalla croce di Giovan Battista di Jacopo detto il Rosso...

Nella parte alta del dipinto c'è agitazione. I vari personaggi si affannano e litigano. Hanno appena staccato i chiodi e il corpo morto di Cristo ris...