Il Viandante sul mare di nebbia di Caspar David Friedrich

Il Viandante sul mare di nebbia di Caspar David Friedrich

Il quadro divenne simbolo del romanticismo tedesco. Un uomo di spalle ammira un paesaggio di montagna. L'esploratore, un viaggiatore solitario, è vestito con abiti tradizionali ed è in piedi su irte rocce. Si sorregge con un bastone, poco oltre uno strapiombo

I capelli sono scompigliati dal forte vento della vetta. Non possiamo vedere l'espressione del suo viso, la possiamo solo immaginare. Dalla sua posizione privilegiata scorge il paesaggio davanti a lui. La scelta di dipingere il personaggio di schiena, permette all'osservatore di immedesimarsi e di abbandonarsi alla contemplazione.

Dopo tanto cammino ecco arrivato in cima, ora deve riconoscere i propri limiti, non può andare oltre. Potrebbe anche sembrare si tratti di un mare dinanzi a lui, poichè la nebbia trasmette sensazione di movimento delle acque. Le rocce in primo piano potrebbero sembrare degli scogli. La vegetazione è scarsa. L'aria è pura e l'uomo si confronta con qualcosa di troppo grande, di imprevedibile che fa oltre le sue capacità. Il paesaggio si perde all'infinito oltre la sua percezione. Questa meraviglia fu osservata dal pittore in uno dei suoi viaggi e si basa su degli schizzi fatti. Qui la natura è inospitale. Una vallata che apre l'anima. L'uomo si interroga sul rapporto uomo/natura. La nebbia nasconde parte delle montagne, in alcune si può vedere una parte di vegetazione con degli alberi

Maybe you might be interested
Il bacio dipinto di Francesco Hayez

Il pittore italiano realizza un manifesto dell'arte romantica italiana mostrando due giovani innamorati che si baciano con ardore. Racconta un amore g...