Il figliuol prodigo - Guercino

Il figliuol prodigo - Guercino

Il contrasto di luci e ombre ricorda Caravaggio, anche se non è certo che Guercino, all'epoca della realizzazione di questa tela, ne avesse ammirato le opere. Guercino fece i suoi i toni freschi, chiari e compiuti di Carracci e conferì loro nuova linfa attraverso l'uso di una straordinaria gestualità e dell'ombreggiatura

Nel dipinto Il figliuol prodigo della parabola biblica, pentito, ritorno dal padre che lo perdona e lo veste di abiti nuovi. la scena racconta il perdono senza però far trasparire sentimenti di gioia. L'azione si svolge in primo piano e coinvolge l'osservatore. La composizione asimmetrica dei personaggi, che vengono illuminati da una luce brillante e irregolare, è tipica dell'artista, prima che un soggiorno a Roma ne conducesse lo stile verso toni più pagati.

Il soprannome dell'artista deriva dallo strabismo del suo occhio destro derivante forse da un incidente infantile, che influenzò certamente la sua pittura. Si formò da autodidatta e a Bologna studiò opere di artisti importanti tra cui Ludovico Carracci. Divenne presto uno dei principali artisti della scuola Bolognese.

I servi hanno già portato i vestiti più belli e il padre si prende personalmente l'incarico di assistere il figlio più giovane che si sta rivestendo, tanta è la gioia di averlo riconquistato. Il ragazzo sta infilandosi una candida camicia bianca accarezzandola quasi, per sentirne la freschezza e la pulizia. Ha anche un cagnolino che gli fa festa sollevato sulle zampe posteriori, partecipando all'esultanza della casa.

A sinistra però quasi emergendo dall'ombra, c'è il fratello maggiore invidioso di fronte a tanta gioia, il quale con un espressione interrogativo e corrucciata si rivolge al padre obiettando.

Maybe you might be interested

Il ritorno del figlio prodigo - Giovanni Francesco Barbieri il "Guercino"
Il ritorno del figlio prodigo - Giovanni Francesco Barbieri il "Guercino"

Guercino sceglie come scena clou da rappresentare, il momento in cui il figliol prodigo smette i panni miseri che indossava per indossarne di nuovi e puliti. I protagonisti sono 3: il minore dei figli...

martirio di san Pietro - Guercino
martirio di san Pietro - Guercino

il martirio dell'apostolo Simone detto Pietro, secondo la narrazione, avvenne sul colle Vaticano durante la persecuzione di Nerone. Pietro tenta la fuga ma lungo la via Appia Gesù gli va incontro e P...

Diana cacciatrice - Giovanni Francesco Barbieri detto il Guercino
Diana cacciatrice - Giovanni Francesco Barbieri detto il Guercino

nella versione più nota, Diana durante una battuta di caccia vede un giovane che dorme in un caverna dove si era ritirato. Accanto a lui riposa anche il cane che deve vigilare sulle pecore. La Dea tr...

Venere e amore - Francesco Barbieri detto il Guercino
Venere e amore - Francesco Barbieri detto il Guercino

Il dipinto si pone in chiusura del cosiddetto periodo di transizione del Guercino, ovvero di quella fase di progressivo mutamento in direzione di uno stile meno barocco e più classico

parabola delle dieci vergini - Hieronymus Francken

parabola dei lavoratori della vigna - Salomonkoninck

parabola del ricco stolto - Rembrandt

Abramo scaccia Agar e Ismaele - Guercino

la parabola dei ciechi - scuola di Pieter Bruegel

San Girolamo nell’atto di sigillare una lettera