Amedeo Modigliani: tesina maturità

Amedeo Modigliani: tesina maturità

Modigliani, o Modì, è un pittore criticato spesso perchè i suoi dipinti non corrispondono alla realtà e sono all’apparenza “tutti uguali”

..... ma lui "era figlio delle stelle, per lui la realtà non esisteva", come disse il suo amico Zborowsky.

Ho scelto di descrivere quest'uomo straordinario perchè, nonostante i suoi problemi con l'alcool, e la malattia che lo ha stroncato precocemente, è riuscito a trovare un'armonia interiore grazie all'arte, ed è una caratteristica che ci unisce profondamente insieme alla totale voglia di libertà e di fare, della nostra vita, un'esperienza personale, senza consigli su come viverla, intensa e fuori dalle regole.

Amo davvero la sua interpretazione della figura umana, così semplice, quanto estremamente coinvolgente dal punto di vista emotivo.

Naturalmente non mi ritengo all'altezza del suo talento, nè di avere un'equivalente genio artistico, ma ho conosciuto una persona durante la mia permanenza al Liceo Artistico Barabino, che possedeva tutte le caratteristiche e qualità di un fantastico artista: Flavio Brolis, un uomo che lascerà per sempre, un segno nel mio cuore.

Su questa piastrella di ceramica ho riassunto, dal punto di vista grafico, tutto ciò che ho provato e provo per questo professore, insegnante di figura disegnata, che ci ha lasciato due anni e mezzo fa,  mi ha insegnato a "vivere " in questo mondo e mi ha insegnato a non abbandonare tutto ciò che è stato, gli artisti di un tempo, con la vera passione per la pittura e tutto ciò che riguarda l'arte e il disegno, fra i quali anche Modigliani.

Questo disegno è stato realizzato con pastelli ad olio su foglio spolvero ed è una sua rappresentazione grafica, secondo la tecnica personale di Modigliani. "Dipingerò i tuoi occhi, quando conoscerò la tua anima..."  Modigliani - Gli occhi per lui erano lo specchio dell'anima.

La vita di Amedeo Modigliani. E' colui che alla domanda: "Avete conosciuto tanta infelicità nella vostra vita?" avrebbe risposto: " no, che cosa ve lo fa pensare? Sono sempre stato un uomo felice..." e, nonostante le difficoltà vissute, avrebbe detto la verità poichè per l'artista, il concetto di "felicità" è diverso da quello dell'uomo comune:  Amedeo Modigliani,  artista autentico e infaticabile, che riuscì a mantenere un rapporto d'equilibrio tra la vita dei suoi sogni e quella reale, un luogo in cui vivere serenamente, quasi felice; egli, l'assurdo artista dei "colli lunghi" è diventato simbolo del disordine romantico, da guardare ed ammirare con compiacimento.