9/11 l’incredibile menzogna. Cosa ha colpito veramente il Pentagono?

9/11 l’incredibile menzogna. Cosa ha colpito veramente il Pentagono?

Di 86 telecamere non c'è una sola ripresa chiara. Un completo blackout delle procedure operative standard di:
* aviazione civile
* aviazione militare
* FAA
* Pentagono
tutte lo stesso giorno, non ha alcun senso

la versione dei fatti che il governo ci ha propinato sull'11-9 è una completa stronzata, ne più ne meno.
Immaginare che questo presunto aereo abbia eseguito quelle manovre con un perfetto dilettante ai comandi è semplicemente ridicolo


capitano Russ Wittemberg
pilota U.S. Air Force, Pa Am e United Airlines per 30 anni

L'aereo che impatta in una delle torri del world trade center lascia una chiara impronta. Il foro del buco del Pentagono non è compatibile con le dimensioni dell'aereo che dovrebbe averlo colpito. L'aereo non entra in quel buco. Dunque che cosa ha colpito veramente il Pentagono?

Inizialmente il governo avanza la teoria che non ci sono resti perché l'aereo sia sia vaporizzato, ma i motori sono composti da una lega di titanio e acciaio. Il titanio evapora ad una temperatura di 3.286 gradi celsius

cose come i motori, il carrello, i freni, le ruote sono difficili da distruggere. Perché sono realizzati in materiali molto resistenti. Non credo sia possibile fare andare un aereo tanto veloce da polverizzare tali elementi. Non l'ho mai visto succedere in vita mia.
Non c'e' traccia dell'impatto delle ali sul pentagono, sulla torre vediamo la sagoma dell'aereo ma niente del genere al Pentagono

generale Albert Stubblebine
ex comando di sicurezza dell'intelligence militare USA

Maybe you might be interested

Guerra in Iraq, un caso esemplare di manipolazione dell’intelligence al servizio di una causa politica
Guerra in Iraq, un caso esemplare di manipolazione dell’intelligence al servizio di una causa politica

gli Stati Uniti avevano invaso il paese il 20 marzo 2003 sulla base di informazioni completamente false, secondo cui il regime di Saddam Hussein era in possesso di armi di distruzione di massa e aveva...

impatto al Pentagono confrontato con l'impatto ad una delle torri gemelle impatto al Pentagono confrontato con l’impatto ad una delle torri gemelle

la velocità, l'agilità, il modo con cui ha virato, nella sala abbiamo pensato tutti, tutti noi esperti controllori di volo, che fosse un aereo militare

Danielle O'brien controllore di volo all'aeroporto di Dulles

davanti a tutte le prove immediatamente reperibili sul sito del disastro al Pentagono, qualunque investigatore imparziale e razionale poteva solo concludere che un Boing 757 non aveva colpito il Pentagono

Col. George Nelson
Ex investigatore incidenti aerei - u.s. Air Force

per riuscire ad arrivare al livello del muro da sfondare, l'aereo ha dovuto compiere una virata di 170 gradi ad una velocita di 800 km all'ora a 6 metri da terra. Si tratta di una manovra estremamente difficile e un pilota esperto con migliaia di ore di volo alle spalle avrebbe bisogno di 10 o 20 tentativi per riuscire ad eseguirla correttamente. Un 757 non è concepito per fare una cosa del genere. Certe manovre non son possibili con un aereo cosi grande

io sfido qualunque pilota, ovunque nel mondo: dategli un boeing 757 e ditegli di portarlo a 750 km/h a 7 metri di altezza per meno di un km. Non può farlo. E' aerodinamicamente impossibile

Nela Sagadevan
pilota ed ingegnere aeronautico

Giolitti e la Prima Guerra Mondiale: riassunto

Nella disperazione, farsi forza a vicenda

Seconda guerra mondiale: riassunto breve e semplice

Le Guerre Persiane e la Guerra del Peloponneso

cosa sono le interrogazioni parlamentari, le interpellanze e le mozioni

Guerre del Peloponneso: riassunto