Lo sposalizio della vergine di Raffaello Sanzio

Lo sposalizio della vergine di Raffaello Sanzio

l'opera, capolavoro giovanile risalente al 1504, si trova alla pinacoteca di Brera a Milano e rappresenta una storia narrata nel protovangelo Di Giacomo

La piazza è lastricata di marmo bianco e rosso ed in fondo si erge un grande tempio. La presenza di verde e colline, lascia intendere che ci si trovi fuori città. Il tempio è quello di Gerusalemme e Raffaello lo rappresenta con 16 lati su di una scalinata. Nella parte bassa un colonnato e nella parte alta, finestre e una cupola.

La scena principale avviene in primo piano e , nella tradizione avviene appunto davanti al Tempio di Gerusalemme. Giuseppe a piedi scalzi, intento a infilare l'anello al dito, sposa Maria davanti al grande sacerdote. Dietro la Vergine Maria ci sono 5 donne e altrettanti uomini dietro Giuseppe. Giuseppe appare adulto nel dipinto mentre Maria è molto più giovane e secondo il Vangelo dovrebbe avere 14 anni. Il matrimonio rientra nei progetti di Dio per il bene dell'umanità. Il sacerdote li unice in matrimonio

Giuseppe, intimorito,
prese la Vergine in custodia per sé e le disse:
"Ecco, io ti ho ricevuta dal Tempio del Signore"

Protovangelo di Giacomo IX, 1-3

Maybe you might be interested
La scuola di Atene: chi sono i personaggi che compaiono nell’affresc...

La scuola di Atene esalta la ricerca razionale, rappresenta infatti i più celebri filosofi e matematici dell'antichità intenti a dialogare tra loro ...

Affianco a Giuseppe, un uomo sta chino nel gesto di spezzare con il ginocchio una verga di legno. E' uno dei pretendenti che palesa la sua rabbia. La sua verga non ha fiorito impedendogli di sposare la ragazza. La storia non è tratta dai Vangeli canonici ma dai vangeli apocrifi, serie di Vangeli che la Chiesa non riconosce. Il protovangelo Di Giacomo racconta la storia.

Secondo i Vangeli aprocrifi, Maria era cresciuta nel tempio di Gerusalemme, insieme ad altre giovani come lei, dove il grande sacerdote l'aveva cresciuta e istruita. A lui spettava il compito di trovare un marito per la donna e decide che sarà Dio a scegliere. Fa portare ai giovani che ambiscono a sposare la Vergine, una verga , un pezzo di legno. Desidera che tutte le verghe vengano portate al tempio, deposte nel Santa santorum e il giorno dopo una sola fiorirà facendo uscire una piccola colomba e rivelando quindi il nome del vincitore.

San Giuseppe partecipa ma si accorge che sono tutti molto più giovani di lui. Il giorno dopo non va a ritirare la sua verga e nessuna fiorisce. Il sacerdote viene a sapere che Giuseppe non ha portato la sua verga, lo invita a farlo e il miracolo avviene. Il giovane affianco, nel suo gesto di spezzare col ginocchio la sua Verga, manifesta la stizza e l'essere contrariato

Davanti al Tempio, nella parte centrale, su un architrave c'è scritto in latino: Raffaello da Urbino e la data 1504 in caratteri romani. Il dipinto era stato realizzato da Raffaello per una chiesa di Città di Castello, la chiesa di San Francesco. I probabili committenti gli stessi francescani minori che erano i titolari della chiesa. Raffaello non si inventa il quadro ma copia un dipinto già esistente del suo maestro Pietro Perugino presso cui si era formato

L'episodio della fioritura delle verghe fu trattato dalla Bibbia quando i rappresentati delle 12 tribù di Israele avevano gettato discredito nel sacerdozio di Aronne. Portarono ciascuno un bastone nel Tempio con il loro nome inciso sopra. Fiorì solo quello di Aronne, segno che il suo sacerdozio era benedetto da Dio.

Anche Giotto rappresenta la scena delle verghe nella cappella degli Scrovegni. Nel secondo ciclo dedicato a Maria. Di seguito puoi vedere gli affreschi la consegna delle verghe e preghiera per la fioritura delle verghe

Maybe you might be interested
la Madonna del Belvedere di Raffaello Sanzio

il quadro rappresenta l'incontro tra Gesù bambino e Giovanni Battista

Nella creazione dell'opera il giovane Raffaello si fece sicuramente influenza dal maestro il Perugino che qualche anno prima aveva, anche lui, composto lo sposalizio e che l'allievo Sanzio aveva sicuramente visto

Maybe you might be interested
Michelangelo inserito a posteriori nell’affresco: la scuola di atene

Leggenda narra che una notte Raffaello, all'età di 25 anni, entra di nascosto nella cappella Sistina per osservare il lavoro di Michelangelo che sta ...

Sposalizio della vergine del Perugino Sposalizio della vergine del Perugino