L’orrore di essere bambini in mezzo al conflitto israelo-palestinese, catturato da Banksy

l’orrore di essere bambini in mezzo al conflitto israelo-palestinese, catturato da Banksy

le nove immagini che Bansky ha lasciato dietro di sé in Cisgiordania nel 2005 mettono in risalto la disumanità del muro con straordinaria efficacia visiva, imprimendosi nella memoria

#banksy

I muri sono un'arma molto potente, una delle cose peggiori con cui si possa colpire un essere umano

Banksy

In 4 di esse, fra cui questa, raffigurano immaginarie brecce aperte nel muro da cui si contempla un mondo idealizzato. Al cemento si contrappone un quadretto incantevole: un perfetto giorno d'estate, con nubi leggere e vaporose che si librano nel cielo azzurro della bella stagione. Sulla sommità di un cumulo, anch'esso dipinto, c'è un bambino di 8-9 anni che si sta godendo il più semplice dei piaceri: costruire castelli di sabbia in riva al mare. Dipinto in bianco e nero, il bambino ha un espressione felice, intenta; la sua figura è messa in risalto dal secchiello giallo. E' il perfetto stereotipo di un'infanzia felice in Inghilterra negli anni 50.

Boy at the beach - Banksy street art Boy at the beach - Banksy street art

Maybe you might be interested

Brexit - un Banksy apparso nella città portuale di Dover
Brexit - un Banksy apparso nella città portuale di Dover

"le stelle rappresentano gli ideali di unità, solidarietà e Armonia tra i popoli dell'Europa", sito dell'Unione Europea

Niente di più antitetico rispetto alla realtà vissuta da un ragazzino palestinese della stessa età. Imprigionato e brutalizzato dal muro, assoggettato a una vera e propria occupazione militare, costretto a subire la crudeltà di una lotta intestina, non godrà mai di queste Libertà. Bansky lo evidenzia facendo leva sul contrasto, un contrasto talmente forte da diventare quasi surreale, con una punta di sardonico umorismo. Ma la cosa geniale è che su questa tela di crudo cemento Bansky ha lanciato un messaggio agli occidentali: come potete concedere questo idillio ai vostri bambini e rimanere indifferenti a ciò che sta accadendo qui, in un paese che si definisce civile? Il contratto non vi risulta insopportabile? Com'è possibile che dei bambini siano così fortunati altre così maltrattati? Com'è possibile che certi i bambini siano privati della loro infanzia?

Forse la comparsa di crepe nel muro, queste sue avvisaglie di disfacimento, sono un segno di speranza. Bansky sta facendo una esortazione molto esplicita ai governanti accidentali: fate qualcosa per trovare una soluzione alle terribile ingiustizie figlie del conflitto israelo-palestinese

Tags
la distruzione dell’opera d’arte ne ha prodotta una nuova
la distruzione dell’opera d’arte ne ha prodotta una nuova