La vita dei licaoni all’interno del branco

La vita dei licaoni all’interno del branco

osservata nella valle del Lwanga una delle ultime famiglie rimaste. Composta da 19 elementi cacciano su una vasta area di circa 500 km quadrati

La femmina e il maschio che comandano il branco sono compagni per la vita. Cacciano due volte al giorno, la mattina e il pomeriggio e le loro prede preferite sono le antilopi. I licaoni sono grandi corridori e percorrono ogni giorno lunghe distanze.

Nella zona che controllano ci sono hot springs sorgenti termali che sono un grande richiamo per gli animali che cacciano solitamente. La loro tattica è semplice quanto vicente, fanno della loro resistenza l'arma migliore, sconfiggono la preda per sfinimento nelle lunghe rincorse. Quando uno di loro si stanca viene subito sostituito da un altro cacciatore e cosi fino a che non raggiungono e uccidono la preda.

Mentre loro sono a caccia, nel canale dove hanno scelto la loro base, ci sono cuccioli di sette mesi che aspettano il ritorno dei cacciatori. Un adulto fa loro da babysitter anche per allontanare eventuale minacce come altri predatori che potrebbero presentarsi nelle vicinanze. Questi piccoli sono la terza cucciolata venuta al mondo dalla capo branco. Questa specie è a forte rischio estinzione, in tutta l'Africa si contano circa 100 branchi rimasti.

Ottobre rappresenta la fine della stagione secca e l'inizio della stagione delle pioggie e durerà fino a marzo. L'erba crescerà un pò ovunque e le antilopi non saranno più costrette a radunarsi vicino alle poche bozze rimaste. La famiglia si è assottigliata passando da 19 elementi a 12. Sette infatti sono andati via, sei, diventati ormai maturi per cercare una nuova famiglia e il settimo, un cucciolo, morto. I cuccioli ormai adolescenti devono quindi aggiungersi quanto prima alla caccia per aiutare gli altri nel sempre difficile compito di trovare carne che possa sfamare tutti.

La famiglia si sposta vicino ad un pozza dove dei pucu si stanno abbeverando. Ma anche nel bere c'è una gerarchia da rispettare. Ci sono anche degli elefanti arrivati nella zona e loro bevono prima di tutti. Tra loro ce n'è uno in preda a eccitazione sessuale  e si dimostra subito aggressivo nei confronti dei licaoni. Il suo testosterone è 60 volte il normale. E' su di giri, va incontro ai licaoni cercando di cacciarli via ma la sua stazza non può niente contro l'agilità dei suoi avversari che lo aggirano più volte tranquillamente facendo si che la frustrazione di lui aumenti.

L'elefante lascia dello sterco e licaoni si rotolano sopra. Forse è un modo per nascondere il proprio odore.

Gli impala e i babuini stanno insieme nella vallata, la loro collaborazione serve per proteggersi le spalle a vicenda.

I licaoni comunicano fra loro con dei versi cinquettanti, gli studiosi ne hanno indviduato ad oggi circa 18. Arriva il crepuscolo e il maschio alfa si mette in marcia per aprire la caccia. Questi animali possono percorrere anche 30 km in cerca di una preda. Nella loro tattica di caccia sono molto importanti le loro orecchie che riescono a catturare il minimo rumore.

Cercano di mettere caos negli erbivori per poi concentrarsi su un unico obiettivo. Bruciano molta energia, il doppio di un essere umano che è tre volte la loro stazza. La caccia può durare per molti chilometri e per questo potrebbero surriscaldarsi, il cervello brucierebbe se non fosse per le orecchie che fanno da paravento.

La sera arrivano altri cacciatori in zona come i leoni e le iene ed

entrambi nella gerarchia dei potenti sono sopra di loro. Perciò i

licaoni decidono di aspettare l'alba. Un

Pucu viene preso. Non mirano alla gola come gli altri predatori ma lo circondano. Lo mangiano

velocemente  per non rischiare di dividerlo con altri, ma una iena

arriva prima del previsto a pasto in corso, la famiglia decide che non

vale la pena rischiare e riparte lasciando quello che non hanno fatto in

tempo a consumare. Questi animali si muovono continuamente e in questo

loro pellegrinare finiscono nel territorio di un leopardo femmina ma

essendo in tanti non hanno paura di affrontarla, tanto che lei stessa

padrona di casa, decide di rifugiarsi su un albero finchè non se ne

saranno andati.

il Luangwa ha un area di 50 mila km quadrati, ricca di fauna selvatica e con il suo fiume che è uno dei più lunghi dell'Africa.

In una sorgente d'acqua vicina, i nostri protagonisti trovano una nuova rimpatriata di specie, ippopotami, coccodrilli ed erbivori vari. Ai licaoni piace scavare e vicino alla riva possono dedicarsi a questo loro divertente passatempo. Gli piace scavare per nascondere cose o come in questo caso per trovare l'acqua da bere. Dall'altro lato del fiume sei leonesse li stanno osservando, sono il branco Hollywood che controlla questa parte di territorio.  La femmina di licaone alfa non sembra provare timore e a distanza di sicurezza sfida le leonesse con ululati minacciosi, queste non sembrano darle molta importanza e dopo un po decidono di spostarsi.

E' sera, i licaoni adolescenti si uniscono alla caccia. Spingono un pucu vicino alla spiaggia. Viene preso da una delle sorelle, poco più avanti un altra preda catturata da un altra sorella che però non riesce ad atterarla. A breve arrivano i rinforzi e con un gioco di squadra entrambe le vittime sono a terra. Nel trambusto arrivano le  iene e dietro le leonesse che attraversano il fiume per rubare le carcasse. Un coccodrillo si impossessa della prima preda, i leoni della seconda.

Maybe you might be interested

Più il fiume continua a calare, più gli animali si riuniscono nelle sponde. I licaoni decidono di non spostarsi dalla zona, certo è più facile cacciare ma anche perdere le prede rubate dai leoni.

Si ritorna a casa verso sorgenti calde. Le sorelle sono grandi ormai e pronte a riprodursi decidono perciò di non seguire il branco. I maschi invece resteranno con la famiglia piu a lungo possibile.

Col l'assenza  delle sorelle, quindi ora sta ai nuovi giovincelli aiutare nella caccia se la famiglia vorrà sopravvivere. Gli adolescenti devono aiutare i genitori ormai stanchi e non più resistenti nella corsa come loro. Ci provano per la prima volta con un impala e riescono subito ad ucciderla. Ormai il passo principale è compiuto, sono diventati adulti e nasce con loro una nuova generazione di cacciatori

Maybe you might be interested:
gli animali risalgono il letto del fiume Great Ruaha alla disperata ri...
tre branchi di leoni a caccia di bisonti
Mizumu giovane iena maschio del clan Baca