Caverna di gelato - Will Cotton

Caverna di gelato - Will Cotton

Anziché raffigurare un incontro due tra amanti, l'artista dipinge modelle la cui solitudine riflette un'era di egocentrismo e ossessione pornografica. Che siano protagoniste delle scene rappresentate o semplici figure decorative, queste ragazze non sembrano mai sazie
I dolciumi soddisfano i bisogni emotivi e i capricci frivoli, ma finiscono per distrarre il corpo dalla sua fame più genuina, apportando calorie e non appagamento.

Cotton dipinge splendidi nudi dalla pelle rosea in contesti suggestivi, avvolti da un'atmosfera di sensualità e gioia. L'artista sostituisce le scene di amore pastorale con montagne di dolci e simboli erotici che rappresentano per lui quello che le scure e fitte foreste rappresentavano per i suoi maestri dell'ottocento (Broc, Gerard, Fraque, Fragonard) un ideale di abbondanza e di tentazione.

Queste scene edonistiche in apparenza non hanno conseguenze, ma sappiamo bene che, al di fuori del regno della fantasia, i vizi hanno un caro prezzo. Il castello di gelato che circonda la modella flessuosa ma tesa di questo dipinto sembra una condanna, non solo un lusso. Cotton vive in un'epoca in cui i piaceri sono disponibili in quantità illimitata, ma la loro dolcezza e avvelenata dall'ingordigia e dal senso di colpa