1972: le palline da tennis bianche diventano gialle

1972: le palline da tennis bianche diventano gialle

il giallo ha decisamente favorito l'ascesa del gioco del tennis. Verso la fine degli anni settanta la pallina di gomma bianca è diventata gialla essenzialmente per ragioni di visibilità

da una parte, arbitri e giocatori si lamentavano sempre più spesso della difficoltà di stabilire se una palla avesse o no toccato la linea, anch'essa bianca. Dall'altro si era diffusa la televisione a colori, che trasmetteva i tornei più importanti. Sul piccolo schermo, la pallina bianca si vedeva poco e anche lì si confondeva con le linee; così per comodità dei giocatori e degli spettatori, si decise di passare al giallo, e a un giallo che spiccava bene. 

Con la comparsa della televisione a colori, ci si accorse dunque che sullo schermo le palline si confondevano con le linee di fondo. Per questo motivo, nel 1972, la federazione internazionale tennis decise di introdurre il nuovo giallo ben visibile quasi fluorescente


Bjorn Borg al commercial Union Assurance Master. 2 dicembre 1975 Stoccolma Bjorn Borg al commercial Union Assurance Master. 2 dicembre 1975 Stoccolma
La bellezza di Giorgia Rossi esaltata da quel vestito

la nascita del blu come colore politico e militare

Argentina-Francia: l’azione di sette tocchi con cui segna Di Maria nella finale Qatar 2022

l’ascesa del colore blu e il ruolo della Vergine