We use cookies to track usage and preferences

Virgilio, Eneide: Libro 01 - LA STORIA DI DIDONE

Virgilio, Eneide: Libro 01 - LA STORIA DI DIDONE

Latino: dall'autore Virgilio, opera Eneide parte Libro 01 - LA STORIA DI DIDONE

imperium Dido Tyria regit urbe profecta, germanum fugiens Tiene il potere la tiria Didone partita dalla cittàfuggendo il fratello
Maybe you might be interested
longa est iniuria, longae ambages; sed summa sequar fastigia rerum E' un oltraggio lungo, lunghigli intrighi; ma seguirò i sommi capi delle vicende
Maybe you might be interested
huic coniunx Sychaeus erat, ditissimus auri Phoenicum, et magno miserae dilectus amore, cui pater intactam dederat primisque iugarat ominibus A costei era marito Sicheo, il più ricco d'orodei Punic e amato dal grande amore della misera,a lui il padre l'aveva data intatta e l'aveva unitainprime nozze
Maybe you might be interested
sed regna Tyri germanus habebat Pygmalion, scelere ante alios immanior omnis Ma teneva i regni di Tiro il fratelloPigmalione, per malvagità più feroce di tutti gli altri
Maybe you might be interested
quos inter medius venit furor Tra essi venne in mezzo il furore
Maybe you might be interested
ille Sychaeum impius ante aras atque auri caecus amore clam ferro incautum superat, securus amorum germanae; factumque diu celavit et aegram multa malus simulans vana spe lusit amantem Egli empiocieco per amore dell'oro abatte con l'arma Sicheo di nascosto che non temeva davanti agli altari; sicuro degli affetti della sorella; ed a lungo nascose il fatto e fingendo molto il malvagio illuse con vana speranza l'afflitta amante
Maybe you might be interested
ipsa sed in somnis inhumati venit imago coniugis ora modis attollens pallida miris; crudelis aras traiectaque pectora ferro nudavit, caecumque domus scelus omne retexit Ma lo stesso fantasma del marito insepolto venne nei sogni alzando i pallidi sembianti in modi straordinari;svelò i crudeli altari ed il petto trafittodall'arma, scoprì tutto il cieco delitto della casa
tum celerare fugam patriaque excedere suadet auxiliumque viae ueteres tellure recludit thesauros, ignotum argenti pondus et auri Allora raccomanda di affrettare la fuga e andarsene dalla patria e come aiuto per la via rivelò vecchi tesori sotto terra, una ignota quantità di oro e argento
Maybe you might be interested
his commota fugam Dido sociosque parabat Così sconcertata Didone preparava fuga e compagni
conveniunt quibus aut odium crudele tyranni aut metus acer erat; navis, quae forte paratae, corripiunt onerantque auro Si radunano quelli che avevano o crudele odio o paura del tiranno; le nav che per caso eran pronte, le prendono e le carican d'oro
Following pages
Livio, Ab urbe condita: Libro 09, 01
Livio, Ab urbe condita: Libro 09, 01
Cicerone, In Verrem: 02; 16-20
Cicerone, In Verrem: 02; 16-20
Svetonio, Vite dei dodici cesari: Libro 06, Par 31 - 57
Svetonio, Vite dei dodici cesari: Libro 06, Par 31 - 57
Livio, Ab urbe condita: Libro 06, 21-25
Livio, Ab urbe condita: Libro 06, 21-25
Cicerone, Pro Cluentio: 21 - 30
Cicerone, Pro Cluentio: 21 - 30
Livio, Ab urbe condita: Libro 29; 18 - 20
Livio, Ab urbe condita: Libro 29; 18 - 20
Cicerone, De Natura deorum: Libro 01; 11-15
Cicerone, De Natura deorum: Libro 01; 11-15
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 29, Paragrafi 70-72
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 29, Paragrafi 70-72
Properzio, Elegie: Libro II, Elegia XXX
Properzio, Elegie: Libro II, Elegia XXX