Trattazione sintetica su Aristotele

Trattazione sintetica su Aristotele

Descrizione completa del pensiero aristotelico

In essi il soggetto che enuncia ed argomenta le proprie tesi è fatto scomparire o messo in secondo piano. Inoltre tali scritti richiedevano un completamento orale che per noi è irrimediabilmente perso.

Breve saggio su Aristotele

Il motore che avvia la ricerca del sapere è ravvisato da Aristotele nella meraviglia. Di fronte alle cose ed agli eventi essa suscita la domanda “perché?” e stimola la ricerca delle risposte. La meraviglia quindi segna la transizione dal che (sensazione, memoria ed esperienza) al perché (l’oggetto della scienza). Per Aristotele la scienza trova la sua espressione nel linguaggio e, precisamente, nei discorsi.

Riassunto di filosofia su Aristotele

Ci sono vari tipi di discorsi: i discorsi retorici ad esempio hanno come obiettivo quello di convincere gli ascoltatori, indipendentemente dalla verità o falsità di quanto detto. Ma la scienza non può limitare i suoi obiettivi alla persuasione, poiché essa mira alla verità. Per questo la scienza è costituita da proposizioni apofantiche, ovvero suscettibili di essere vere o false (affermano o negano qualcosa di qualcosa). Ciò di cui si afferma o si nega qualcosa è il soggetto, mentre ciò che si afferma o nega di esso è il predicato.

Now I feel...