Tema sulla rabbia

Tema sulla rabbia

La rabbia, la vendetta e il perdono

Il perdono è una delle cose più difficili da affrontare nel corso della nostra vita, soprattutto quando si è molto arrabbiato. La rabbia si ha verso il fidanzato, i famigliari e gli amici, coloro a cui vogliono più bene. Imparare a perdonare è qualcosa che tutti bisognerebbero accogliere e impegnarsi ad affrontare quotidianamente anche nelle più banali litigate tra conoscenti. Il perdono in realtà è qualcosa di intimo e privato, dipende dalla causa per cui uno si sia arrabbiato e non può essere generalizzato su esso. Il perdono coinvolge due persone: colui che ha ricevuto la pugnalata e colui che l’ha inferta a proposito di un determinato evento. Solo colui che ha sofferto può essere in grado di decidere se perdonare oppure no.  Quando una persona viene ferita in profondità deve affrontare diverse fasi psicologiche. La prima emozione e sentimento che si prova è la collera, una ira furibonda che non fa ragionare.
Dopo la rabbia iniziale verso la persona ci si può arrabbiare anche con il destino che molte volte si condanna che se le sia presa proprio con noi. Purtroppo la rabbia fa posto ad un odio, una rabbia molto più profonda verso colui che ha inferto il duro colpo, in questa fase non c’è nemmeno in lontananza l’idea del perdono. A questo punto fa posto la vendetta, la persona ferita pensa ad un modo per ferire l’altra persona. La vendetta è qualcosa di tremendo da infliggere all’altra persona sperando possa star male quanto noi o meglio anche di più. Le vendette inaspettate e inattese sono tremende. Alla fine di questa escalation si può arrivare al perdono, il perdono non sempre arriva ma può arrivarci dopo un lungo percorso psicologico, un percorso in cui si arriva alla fine all’assoluzione e al vero perdono dell’altra persona volendo racchiudere tutto nel passato.     
Il perdono rappresenta qualcosa di importante che ci si arriva dicendo all’altra persona che dopo questo passo il rapporto può essere in qualche modo liberato da questo peso  e che fa parte del passato. E' più difficile perdonare quando si pensa di essere nella ragione e l’altra persona si crede che abbia sbagliato completamente. Secondo me la fase più tremenda di tutto questo processo è sicuramente la vendetta perché non sempre è qualcosa di soft ma molte volte le vendette che si pensano possono essere pensanti e cattive. Mentre il perdono è qualcosa di intimo, che non si instaura subito dopo il fatto ma potrebbero volerci anche mesi o addirittura anni in base alla gravità che consideriamo alla base dell’evento scatenante tra le due persone.

 

Notifications