Storia dell'arte: rinascimento medio

Storia dell'arte: rinascimento medio

Leon Battista Alberti, nato esule a Genova nel 1404 (solo nel 1428 poté vedere la sua Firenze)

... morì a Roma nel 1472. Architetto e teorico, è il codificatore delle teorie umanistiche, alle quali cerca di dare forza storica con l'autorevole sostegno degli antichi (Vitruvio) e delle loro opere che inizia a studiare quando, dal 1431 al 1434, si trova a Roma. Nel 1436 Alberti pubblica il suo primo importante trattato sulle arti visive, il De pictura (1), con cui affronta alcuni dei problemi fondamentali del 1400: la prospettiva (intesa come piramide visiva il cui vertice è l'occhio dell'osservatore. La superficie dipinta è un piano d'intersezione della piramide attraverso cui noi vediamo come “se fusse di vetro tralucente”), il disegno (è circumscriptione, ossia linea contorno che individua, definisce e razionalizza l'oggetto; mezzo intellettuale per comprendere la realtà), la composizione (è la ragione equilibratrice, coordinatrice delle cose viste sottoposte a legge umana), la luce (gradazione chiaroscurale creatrice dei volumi). Nel 1452 scrive il De re aedificatoria (2), con cui definisce le tipologie costruttive in relazione alle varie funzioni dei singoli edifici. La casa non è più fortezza, ma nucleo del consorzio civile, organizzata in funzione della comunità della famiglia. La chiesa invece deriva dall'antica basilica civile romana la sua forma, il teatro è a ferro di cavallo e nell'ospedale le corsie per le varie malattie sono separate. L'edificio deve in definitiva possedere utilitas (funzionalità, a misura d'uomo), firmitas (maestosità, eternità) e venustas (bellezza definita come unione concorde di parti diverse). Affronta anche problemi di urbanistica, immaginando per la città, entro cui vivono persone in rapporto reciproco tra loro, strade ampie e dritte per le città grandi e, per le piccole, vie tortuose perché, non vedendosene il termine, l'abitato appaia maggiore di quello che è. Alla base dell'architettura albertiana sono il numero (concetto di “finitio”, delimitazione) e la collocazione (collocatio). Vi è inoltre una qualità risultante dalla connessione di questi elementi: la concinnitas che ha il compito di ordinare secondo leggi precise ed universali le parti che, altrimenti, sarebbero distanti. Solo tra il 1448 ed il 1450 egli ha la possibilità di provare una realizzazione concreta delle sue teorie: viene infatti incaricato da Sigismondo Pandolfo Malatesta di progettare il rifacimento esterno dell'antica chiesa gotica di San Francesco a Rimini. Il nuovo edificio, non casualmente denominato Tempio Malatestiano (3), nella volontà del committente, doveva fungere da tomba monumentale per i dotti della sua corte, per se stesso e per l'amata Isotta.

Following pages
Ludovico Ariosto: riassunto breve della vita e opere
Ludovico Ariosto: riassunto breve della vita e opere
Catullo Liber - Carme XXI - XXIX
Catullo Liber - Carme XXI - XXIX
Eroe e antieroe nel XX secolo: tesina
Eroe e antieroe nel XX secolo: tesina
Boccaccio, biografia
Boccaccio, biografia
Chanson de Roland: riassunto
Chanson de Roland: riassunto
Manet: riassunto
Manet: riassunto
In morte del fratello Giovanni: parafrasi
In morte del fratello Giovanni: parafrasi
Plauto, Livio Andronico, il metateatro e Nevio
Plauto, Livio Andronico, il metateatro e Nevio
Vita e opere di Michelangelo Buonarroti, riassunto
Vita e opere di Michelangelo Buonarroti, riassunto
In evidence
anche se il presidente Conte ottiene la fiducia siamo comunque fregati
3
Un piccolo labrador indossa il pigiama
1 0