We use cookies to track usage and preferences

Spinoza: riassunto biografia e filosofia

Spinoza: riassunto biografia e filosofia

Spinoza nasce ad Amsterdam da una famiglia ebraica e fin da piccolo conduce una vita modesta

Nel corso dell’800 e del 900 diversi studiosi hanno cercato di ricondurre la filosofia di Spinoza alle sue sole fonti ma questo non è stato possibile poiché Spinoza, pur nutrendosi di fonti diverse, le supera tutte con una critica nuova e originale. La sua filosofia è una filosofia:
1. Monistica: crede nell’esistenza di un solo dio;
2. Panteistica: dio presente in tutto, tutto presente in dio;
3. Immanentistica: esiste un dio immanente nella natura.
Egli ha una concezione della filosofia come strumento di salvezza e il suo scopo è quello di identificare Dio con la natura. Lo spinozismo nasce dalla profonda delusione dei valori della vita.
Egli afferma che questi valori in cui l’uomo crede sono vani perché:
1. Non appagano;
2. Generano inquietudini.
Spinoza critica questi valori comuni perché sono scambiati per il sommo bene e sono da impedimento al raggiungimento di esso. Spinoza, invece, va alla ricerca di un bene che va oltre quello che i beni materiali ci possono dare e che riesce a soddisfare appieno l’animo. Il metodo geometrico e la metafisica
Spinoza utilizza un metodo geometrico: si serve di procedimenti matematici e geometrici per le sue dimostrazioni. Nell’opera dell’Etica vuole dimostrare come l’uomo deve affrontare la vita e ci arriva partendo dal concetto di Dio. Identifica Dio con la sostanza: essa è ciò che è all’orgine di tutto e che nello stesso tempo è causa e fine. Egli si rifà un po’ Cartesio ma poi arriva a criticarlo perché aveva parlato anche di res extensa e res cogitans riferite a Dio.
Per Spinoza la sostanza è:
1. Increata: in quanto è causa di sé;
2. Eterna: in quanto riceve l’esistenza da sé;
3. Infinita: perché non dipende da nulla;
4. Unica.
Introduce i concetti di Attributi e Modi.
Gli attributi sono le qualità strutturali della sostanza e sono infiniti. L’uomo ne conosce solo due: il pensiero e l’estensione. I modi sono le concretizzazione degli attributi. I modi si dividono a loro volta in finiti e infiniti: i modi finiti sono gli esseri particolari, i modi infiniti sono le proprietà strutturali.
In questo modo Spinoza, distinguendo Natura naturante e Natura Naturata non fa che dire che La natura è madre e figlia di sé.
I problemi della filosofia di Spinoza. Nel corso dei secoli vari studiosi si sono posti due domande principali sulla filosofia di Spinoza:
1. che cos’è la Sostanza di Spinoza?
2. che rapporti esistono tra la sostanza e i suoi modi?
Per quanto riguarda la prima domanda, per Spinoza la Sostanza è Natura e la Natura è l’ordine in cui seguono i modi. La Natura si identifica con l’ordine necessario e razionale del Tutto, la struttura geometrica del mondo, il complesso delle leggi universali dell’essere.

 
Following pages
Significante e significato: differenza
Significante e significato: differenza
De Catilina coniuratione: riassunto
De Catilina coniuratione: riassunto
Kierkegaard: contesto storico e politico, la vita
Kierkegaard: contesto storico e politico, la vita
Descrizione del tessuto muscolare striato
Descrizione del tessuto muscolare striato
Le Cid
Le Cid
Riassunto del pensiero di Sant’Agostino
Riassunto del pensiero di Sant’Agostino
Ungaretti, la poetica: riassunto
Ungaretti, la poetica: riassunto
Poesie di Umberto Saba
Poesie di Umberto Saba
Storiografia minore e Svetonio
Storiografia minore e Svetonio