Sistema dell’ossido nitrico e dell’eme ossigenasi

Sistema dell’ossido nitrico e dell’eme ossigenasi

La tossicity dell’NO è legata alla formazione di anione perossinitrito (ONOO-) a sua volta dipendente dall’interazione dell'NO con l'anione superossido

Di conseguenza la cinetica della reazione dell’NO con l’O2-? dipende dall’attivity della NOS (Ossido Nitrico Sintasi) e della SOD, che neutralizza l’anione superossido. In seguito all’attivazione della NOS, causata dal legame con LPS e citochine infiammatorie, viene prodotto NO in quantity eccessiva. L’NO inibisce il complesso IV, inibizione che provoca da un lato una deplezione di ATP e dall’altro un aumento della produzione di anione superossido perché gli elettroni vengono ceduti all’ossigeno dal citocromo Q e non dal complesso IV inibito. 



La SOD non è in grado di neutralizzare l’anione superossido che così interagisce con NO formando ONOO-, dalla cui scissione si libera radicale idrossile con conseguente morte cellulare.


Onde evitare la morte neuronale in conseguenza dello stress nitrosativo, interviene una proteina citoprotettiva con funzione antiapoptotica: HSP-70. 


L’NO, infatti, alterando lo stato di ossidoriduzione cellulare e inducendo la deplezione del GSH è in grado di indurre l’espressione del gene HSP-70.