Riassunto sulla nascita dell'Onu e il processo di Norimberga

Riassunto sulla nascita dell'Onu e il processo di Norimberga

La conferenza di Parigi La fine del conflitto contò più di 40 milioni di morti. Fu una vera guerra totale

C'era la volontà generale di creare le condizioni per un futuro stabile di pace e per delineare l'assetto europeo. A Yalta, Churchill e Roosevelt riconobbero il ruolo svolto dall'URSS nel'Europa orientale. Tra luglio e ottobre 1946 a Parigi si ebbe la Conferenza di Pace dove venne ratificato ciò che era stato stabilito precedentemente tra gli alleati oltretutto vennero delineati confini di quelle zone dell'Europa orientale che non erano state oggetto di alcun accordo precedente.


L'unione sovietica ottenne ampliamenti territoriali: ottenne Estonia, Lettonia, Lituania, Prussia orientale, Kaliningrad e sottrasse al Giappone le isole Curili e parte dell'isola di Sakhalin. La Polonia venne ricompensata dalle decurtazioni territoriali a favore dell'Urss con i territori di Slesia e Pomerania. Queste divisioni non tennero conto della presenza di popolazioni tedesche. L'Italia fu considerata uno stato sconfitto e nel febbraio 1947 firmò le condizioni di pace:
- Fu costretta a pagare un debito di guerra agli Stati che aveva combattuto e fu limitata nell'apparato militare.
- Rinunciò alle colonie.
- Cedette alla Francia Tenda, Briga e Moncenisio.
- Mantenne l'Alto Adige a patto di concedere l'autonomia amministrativa e linguistica a Bolzano.

Un altro problema fu sistemare il confine orientale con la Iugoslavia che aveva occupato l'Istria e rivendicava Trieste. Nella primavera e estate del 1945 furono fatti molti crimini nei confronti della popolazione italiana e un numero imprecisato di italiani furono gettati vivi e morti nelle foibe.
Alla fine del 1946 si giunse un accordo tra Italia e Iugoslavia: la zona da Trieste a Capodistria formava il territorio libero di Trieste che fu diviso in:
- Zona A: Trieste e territori limitrofi erano sotto il controllo anglo-americano e dal 1954 passò all'Italia.
- Zona B: Fiume, Zara e Istria era sotto il controllo Iugoslavia.
Nel 1975 si ebbe il riconoscimento dei confini stabili.
L'Austria fu posta sotto un rigido regime di occupazione da parte delle forze Alleate e fu divisa in quattro sfere di influenza. Nel maggio 1955 ottenne l'indipendenza.

Il Giappone dovette rinunciare a Cina, alla Corea, a Formosa a Sakhalin e il Hirohito fu riconosciuto come imperatore solo con funzione rappresentativa. Fu emanata una Costituzione per garantire diritti dell'individuo e fu imposto di avviare un processo contro coloro che si erano resi responsabili della guerra.

Notifications