Riassunto sui sofisti

Riassunto sui sofisti

Anticamente il termine sophistes (sapiente) era sinonimo di saggio e alludeva a  un uomo esperto, conoscitore di tecniche particolare e dotato di una vasta cultura generale

Invece nel V secolo a.C. si chiamarono sofisti quegli intellettuali che della sapienza facevano una professione insegnandola dietro compenso, fatto che alla mentalità aristocratica appariva scandaloso.


Furono soprattutto Aristotele e Platone a demonizzare culturalmente i sofisti giudicandoli falsi sapienti e l’enorme influenza dei due filosofi fece si che nel mondo greco i sofisti fossero marchiati come pseudo-filosofi. Oggi l’aggettivo sofistico ha perso il significato originario e spesso nel linguaggio comune equivale a falso, artificioso e truccato.
I sofisti operarono una vera e propria rivoluzione filosofica spostando l’asse della speculazione dalla natura all’uomo. Questo decisivo spostamento si spiega in parte con la sfiducia nella ricerca naturalistica che aveva ormai battuto tutte le strade allora possibili e prospettato una serie contraddittoria di tesi opposte. Ma si comprende anche in relazione al mutato contesto storico politico di Atene del V secolo a.C. appena uscita vittoriosa dalla guerra contro i persiani.



La democrazia rappresenta il presupposto e lo spazio entro cui storicamente si mosse la corrente dei sofisti, infatti vivere attivamente in democrazia significa partecipare ad assemblee, prendervi la parola, far valere con efficace discorso la propria opinione sulle altre e perciò saper pesare le varie sfumature dei vocaboli, riuscire a disporre i periodi in ordine che incateni l’attenzione, insomma possedere l’arte dell’eloquenza.


A questa necessità vengono incontro i sofisti i quali si ritengono sapienti nel senso di rendere gli uomini abili nelle loro faccende, adatti a vivere insieme, capaci di avere la meglio nelle competizioni civili. Proprio tale sapienza i sofisti si propongono di insegnare dietro pagamento al ceto dirigente. Per questo motivo la loro lezione si limita a discipline formali come la grammatica o alle varie nozioni che potevano essere utili alla carriera di un avvocato o di un uomo politico. Tant’è vero che la loro creazione fondamentale fu la retorica.


La sofistica è stata definita come una sorta di illuminismo greco. L’Illuminismo è il movimento culturale che si sviluppo in Europa nel XVIII secolo e che ebbe come propria insegna l’uso libero e spregiudicato della ragione in tutti i campi. Lo strumento proprio dell’Illuminismo fu una critica radicale che non si lasciava arrestare dall’autorità di alcuna tradizione. La sofistica presenta un carattere analogo poiché i miti e le credenze vengono criticati e sostituiti con nozioni razionali e la funzione della sofistica consiste nella liberazione critica dal passato in nome della ragione.
Following pages
I promessi sposi: riassunto, analisi e commento del capitolo 14
I promessi sposi: riassunto, analisi e commento del capitolo 14
Senofonte: vita e opere riassunto
Senofonte: vita e opere riassunto
Pesatura dell’uva
Pesatura dell’uva
Tesina su Harry Potter e la magia
Tesina su Harry Potter e la magia
Medioevo ellenico: riassunto
Medioevo ellenico: riassunto
Illuminismo nella letteratura italiana
Illuminismo nella letteratura italiana
Riassunto della vita, opere tecniche narrative di Livio
Riassunto della vita, opere tecniche narrative di Livio
Saponificazione di un grasso: relazione
Saponificazione di un grasso: relazione
Breve riassunto su Giolitti
Breve riassunto su Giolitti