Renzi cala il poker e si scopre che non bluffava

Renzi cala il poker e si scopre che non bluffava

a seconda di come si intenda la politica, siamo in presenza si un grave atto di irresponsabilità oppure ad un colpo politico di geniale realizzazione

  • Renzi voleva discontinuità e rompere con la maggioranza a prescindere

  • Renzi non voleva Giuseppe Conte reincaricato

  • Renzi voleva un governo istituzionale

  • Renzi voleva Mario Draghi al timone del nuovo governo citandolo ogni settimana da mesi

POKER D'ASSI

Maybe you might be interested
Salvini? "ABBIAMO SEMINATO BENE"

Con il senno di poi, sappiamo che c'era da tempo una intesa con la Lega di Salvini e Forza Italia per effettuare questo cambio al governo. Le richieste durante le consultazioni di Renzi, che chiedeva un confronto sui temi, si è rivelato di fatto una scusa.

Non so dove e come è nata questa antipatia nei confronti di Conte e non so se era reciproca, credo di si, ma ho notato comunque che molti giornalisti dicono di Matteo che, "si è stato un irresponsabile", per poi applaudire alle conseguenze che ne sono scaturite cioè un incarico per Mario Draghi.

Ho letto le prime dichiarazioni di Salvini che dice "non conta il nome ma cosa vuole fare" testimoniando di fatto un apertura verso l'ex governatore della BCE. Ci ha messo poche ore per rimangiarsi anni di affermazioni contrarie, quindi funziona cosi, una frase ad affetto e amici come prima.

Oggi Renzi risulta, a quanto pare, il politico più odiato d'Italia, eppure qualche anno fa aveva lo si idolatrava avendo anche preso il 40% alle europee, quindi dove sta la verità?

Gli italiani sono furbi e intelligenti e non avevano sbagliato prima perchè Renzi è cambiato solo ora, oppure Renzi li ha saputi sempre manipolare e loro dovrebbero ammettere di essere stati presi in giro?

E se sono stati presi in giro c'è un modo per evitare che questo accada con altri personaggi?

A mio modo di vedere c'è un modo, sembrerebbe teoricamente facile, ma in via pratica non lo è. Il popolo deve capire che la politica deve essere seguita ... sempre ... si deve stare attenti alle affermazioni e ancora di più verificare se queste affermazioni vengono trasformate in leggi. Bisogna smettere di farsi affascinare dagli slogan e cosa molto più importante la dobbiamo smettere di tifare.

Una persona che vota lo stesso schieramento tutta una vita per me fa parte del problema. Non puoi scegliere sempre le stesse persone a prescindere perchè vuol dire che qualsiasi cosa fanno per te va bene e ancora più grave consegni loro il messaggio che possono continuare a fare come vogliono che comunque avranno il tuo appoggio

Vero Renzi oggi ha il 2% eppure politicamente rimane ed è molto forte, almeno in questa legislatura, sa come si svolgono gli intrighi di palazzo, sa come accordarsi, sa come premere nei nervi scoperti per portare le persone dalla sua parte. Il modo, a mio avviso, di come ha manipolato la Bellanova citandola in ogni frase, elogiando le sue dimissioni che poi non sono state le sue dimissioni quanto indotte, premendo sul renderla orgogliosa di aver fatto non si sa cosa, sono sintomi che la politica è di fatto un altro mondo, molto complesso e non per tutti.

Qualcuno freme vendetta già da ora per quando arriveranno le elezioni, cosi da far pagare a Renzi i suoi peccati politici. Credete davvero che punirete Renzi alle prossime elezioni? Quanto vi sbagliate.

Il vero sbaglio è stato farlo partire anni fa ... la gavetta ... cullarlo a Firenze solo perchè era fotogenico e bucava lo schermo. Ormai i suoi intrecci internazionali li ha tessuti e altri vantaggi personali arriveranno da questa crisi di governo. Una persona che prende 80 mila euro per una presenza di un ora a Riad credete che andrà a lavorare se non entra in Parlamento nella prossima legislatura? E comunque se anche fossero 3 gli eletti di Italia Viva al Parlamento chi sarebbe il primo ad entrare se non lui?

La morale di quanto sto scrivendo è una sola. Ci sono sempre stati dei Matteo Renzi nella politica e altri con un altro nome ce ne saranno, alcuni già fremono in fila per essere il prossimo presidente del consiglio sostenuto da una schiera notevole di fans, non di elettori.

Se vuoi fare la cosa giusta per il tuo paese

  1. sì critico con il tuo partito quando sbaglia

  2. sì pronto a non votarlo se non ha fatto quello per cui è stato eletto

  3. non dire mai "si pero voi.."

  4. se un affermazione è grave non aspettare di sapere chi l'ha pronunciata e non sminuirla solo perchè proviene dal tuo partito

e se tutti piano piano entriamo in questa ottica, i rappresentati politici saranno sempre di più all'altezza del ruolo che ricoprono e non come adesso un ammucchiata di stipendiati che politicamente creano poco sotto il profilo legislativo.

Buona riflessione