We use cookies to track usage and preferences

Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 24, Paragrafi 91-100

Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 24, Paragrafi 91-100

Latino: dall'autore Plinio il Vecchio, opera Naturalis Historia parte Libro 24, Paragrafi 91-100

[91] Nec rhus Latinum nomen habet, cum in usum pluribus modis veniat [91] Neppure il rhus ha un nome latino, pur essendo in uso in molti modi
nam et herba est silvestris, foliis myrti, cauliculis brevibus, quae taenias pellit, et frutex corarius appellatur, subrutilus, cubitalis, crassitudine digitalis, cuius aridis foliis ut malicorio coria perficiuntur Infatti è sia un'erba selvatica, con le foglie del mirto, con gambi corti, che respinge le tenie, sia l'arbusto è detto corario, rossiccio, di un cubito, con la grandezza di un dito, con le cui foglie secche sono conciati i cuoi come col malicorio
[92] medici autem rhoicis utuntur ad contusa, item coeliacos et sedis ulcera aut quae phagedaenas vocant; trita cum melle et inlita cum aceto [92] I medici poi usano i rhus per le contusioni, anche per i celiaci e le ulcere del sedere o quelle che chiamano fagedene; tritate col miele e spalmate con aceto
decoctum eorum instillatur auribus purulentis Il loro decotto è stillato nelle orecchie purulente
fit et stomatice decoctis ramis ad eadem quae ex moris, sed efficacior admixto alumine Si ricava anche uno stomatice con i rami bolliti per quegli stessi usi delle more, ma più efficace con allume mescolato
inlinitur eadem hydropicorum tumori Lo stesso si spalma per il gonfiore degli idropici
[93] Rhus, qui erythros appellatur, semen est huius fruticis [93] Il rhus, che è detto eritro, è il seme di questo arbusto
vim habet adstringendi refrigerandique Ha la proprietà di astringere e rinfrescare
adspergitur pro sale obsoniis alvo soluta omnesque carnes cum silphio suaviores facit E' cosparso al posto del sale nelle vivande per l'intestino rilassato e col silfio rende più gustose tutte le carni
medetur ulceribus manantibus, cum melle asperitati linguae, percussis, lividis, desquamatis; eodem modo capitis vulnera ad cicatricem celerrime perducit Cura le ferite che colano, col miele per la ruvidezza della lingua, per quelli percossi, lividi, scorticati; nello stesso modo riduce molto velocemente a cicatrice le ferite del capo
Following pages
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 15, Paragrafi  82-96
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 15, Paragrafi 82-96
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 08, Paragrafi 01 - 14
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 08, Paragrafi 01 - 14
Cicerone, Pro Murena: 01; 66-70
Cicerone, Pro Murena: 01; 66-70
Cicerone, In Verrem: 02; 03-71-75
Cicerone, In Verrem: 02; 03-71-75
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 29, Paragrafi 81-84
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 29, Paragrafi 81-84
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 06, Paragrafi 131-153
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 06, Paragrafi 131-153
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 02, Paragrafi 96 - 112
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 02, Paragrafi 96 - 112
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 24, Paragrafi 101-110
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 24, Paragrafi 101-110
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 29, Paragrafi 10-15
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 29, Paragrafi 10-15