We use cookies to track usage and preferences

Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 24, Paragrafi 111-120

Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 24, Paragrafi 111-120

Latino: dall'autore Plinio il Vecchio, opera Naturalis Historia parte Libro 24, Paragrafi 111-120

[111] Vulgaris quoque haec spina, ex qua aenae fullonia inplentur, radicis usus habet [111] Anche questa spina comune, da cui sono riempite le caldaie dei lavandai, ha l'uso della radice
per Hispanias quidem multi et inter odores et ad unguenta utuntur illa, aspalathum vocantes Certo nelle Spagne la usano anche fra i profumi e per gli unguenti molti, che la chiamano aspalato
est sine dubio hoc nomine spina silvestris in oriente, ut diximus, candida, magnitudine arboris iustae, [112] sed et frutex humilior, aeque spinosus, in Nisyro et Rhodiorum insulis, quem alii erysisceptrum, alii phasganon, Syri diaxylon vocant Senza dubbio con questo nome in oriente c'è una spina selvatica, come abbiamo detto, chiara, con la grandezza di un normale albero, [112] ma più piccolo anche l'arbusto, ugualmente spinoso, nelle isole di Nisiro e Rodi, che alcuni chiamano eri scettro, altri adipsateo, i Siri diassilo
optimus qui minime ferulaceus, rubens aut in purpuram vergens detracto cortice Ottimo quello pochissimo ferulaceo, rosseggiante o che tende al purpureo, tolta la corteccia
[113] nascitur pluribus locis, sed non ubique odoratus [113] Nasce in più luoghi, ma non profumato dovunque
quam vim haberet caelesti arcu in eum innixo diximus Abbiamo detto quanta forza avrebbe con l'arcobaleno poggiato su di lui
sanat taetra oris ulcera et ozaenas, genitalia exulcerata aut carbunculantia, item rhagadia, inflationes potu discutit et strangurias Cura le ulcere scure della bocca e i polipi, i genitali scorticati o che hanno carbonchi, anche le ragadi in bevanda elimina i gonfiori e le strangurie
cortex sanguinem reddentibus medetur La corteccia cura quelli che emettono sangue
decoctum eius alvum sistit Il suo decotto ferma l'intestino
similia praestare silvestrem quoque putant Ritengono che anche il selvatico consenta le stesse cose
Following pages
Orazio, Epistole: Libro 01 - A Tiberio Claudio Nerone
Orazio, Epistole: Libro 01 - A Tiberio Claudio Nerone
Cicerone, Pro Murena: 01; 61-65
Cicerone, Pro Murena: 01; 61-65
Cicerone, In Verrem: 02; 03-61-65
Cicerone, In Verrem: 02; 03-61-65
Properzio, Elegie: Libro IV, Elegia VI
Properzio, Elegie: Libro IV, Elegia VI
Cicerone, De Natura deorum: Libro 01; 26-30
Cicerone, De Natura deorum: Libro 01; 26-30
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 12, Paragrafi 51-56
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 12, Paragrafi 51-56
Gellio, Notti attiche: Liber 13, 13-20
Gellio, Notti attiche: Liber 13, 13-20
Cicerone, Filippiche: 04; 06-10
Cicerone, Filippiche: 04; 06-10
Orazio, Epistole: Libro 01 - Al Libro
Orazio, Epistole: Libro 01 - Al Libro