Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 22, Paragrafi 37-42

Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 22, Paragrafi 37-42

Latino: dall'autore Plinio il Vecchio, opera Naturalis Historia parte Libro 22, Paragrafi 37-42

[37] Ea quoque, quam lamium inter genera earum appellavimus, mitissima et foliis non mordentibus, medetur cum mica salis contusis incussisque, ustis et strumis, tumoribus, podagris, vulneribus [37] Anche quella, che fra i tipi di esse abbiamo chiamato lamio, molto mite e con foglie non pungenti, cura con un grano di sale, i contusi e i feriti, gli ustionati e i gonfiori, i tumori, le gotte, le ferite
album habet in medio folio, quod ignibus sacris medetur In mezzo alla foglia ha un biancore, che cura le infiammazioni cutanee
[38] Quidam e nostris tempore discrevere genera, et autumnalis urticae radice adalligatam in tertianis ita, ut aegri nuncupentur, cum eruatur ea radix, dicaturque cui et quorum filio eximatur, liberare morbo tradiderunt; hoc idem et contra quartanas pollere [38] Alcuni dei nostri distinsero secondo la stagione i generi, e affermarono che libera dalla malattia applicata con la radice dell'ortica autunnale nelle febbri terziarie così, che i malati siano guariti, purché sia strappata questa radice, e si dica per chi e per il figlio di chi è colta; che questa stessa cosa funziona anche contro le febbri quartane
Maybe you might be interested
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 33, Paragrafi 01-28

Latino: dall'autore Plinio il Vecchio, opera Naturalis Historia parte Libro 33, Paragrafi 01-28

iidem urticae radice addito sale infixa corpori extrahi, foliis cum axungia strumas discuti vel, si suppuraverint, erodi, compleri Gli stessi (dicono) che unito il sale con la radice dell'ortica si estraggono le cose conficcate nel corpo, che con foglie insieme con sugna sono eliminati i gonfiori o, se erano suppurate, sono ripulite, vengono richiuse
[39] Ex argumento nomen accepit scorpio herba [39] L'erba scorpione ha preso il nome dal significato
Maybe you might be interested
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 36, Paragrafi 117-136

Latino: dall'autore Plinio il Vecchio, opera Naturalis Historia parte Libro 36, Paragrafi 117-136

semen enim habet ad similitudinem caudae scorpionis, folia pauca Infatti ha il seme a somiglianza della coda dello scorpione, poche foglie
valet adversus animal nominis sui Serve contro l'animale del suo nome
Maybe you might be interested
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 09, Paragrafi 161 - 170

Latino: dall'autore Plinio il Vecchio, opera Naturalis Historia parte Libro 09, Paragrafi 161 - 170

est et alia eiusdem nominis effectusque, sine foliis, asparagi caule, in cacumine aculeum habens et inde nomen C'è anche un'altra dello stesso nome ed effetto, senza foglie, col fusto dell'asparago, che ha in cima un aculeo e da qui il nome
[40]Leucacantham alii phyllon, alii ischada, alii polygonaton appellant, radice cypiri, quae commanducata dentium dolores sedat, item laterum et lumborum, ut Hicesius tradit, semine poto drachmis octo aut suco [40] Alcuni chiamano la leucacanta biancospino, altri iscade, altri poligonato, con la radice del cipero, che masticata calma i dolori dei denti, così dei fianchi e delle schiene, come tramanda Icesio, col seme bevuto con otto dramme o col succo
Maybe you might be interested
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 28, Paragrafo 231-267

Latino: dall'autore Plinio il Vecchio, opera Naturalis Historia parte Libro 28, Paragrafo 231-267

eadem ruptis, convulsis medetur La stessa cura quelli con fratture, distorsioni
Maybe you might be interested
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 17, Paragrafi 77-100

Latino: dall'autore Plinio il Vecchio, opera Naturalis Historia parte Libro 17, Paragrafi 77-100

Maybe you might be interested
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 10, Paragrafi 157-180

Latino: dall'autore Plinio il Vecchio, opera Naturalis Historia parte Libro 10, Paragrafi 157-180

Maybe you might be interested
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 04, Paragrafi 75-80

Latino: dall'autore Plinio il Vecchio, opera Naturalis Historia parte Libro 04, Paragrafi 75-80

Maybe you might be interested
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 11, Paragrafi 71-79

Latino: dall'autore Plinio il Vecchio, opera Naturalis Historia parte Libro 11, Paragrafi 71-79