Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 22, Paragrafi 111-115

Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 22, Paragrafi 111-115

Latino: dall'autore Plinio il Vecchio, opera Naturalis Historia parte Libro 22, Paragrafi 111-115

[111] ut est ratio subtilitatis inmensae a Platone descendes, corpusculis rerum levibus scabris, angulosis rotundis, magis aut minus ad aliorum naturam accednetibus, ideo non eadem omnibus amara aut dulcia esse; sic et in lassitudine proniores esse ad iracundiam et in siti [111] Poiché c'è una teoria d'immensa sottigliezza che deriva da Platone, con particelle di sostanze leggere ruvide, angolose rotonde, che si adattano più o meno alla natura delle altre, che perciò non per tutti le stesse sostanze sono dolci o amare; così anche nella stanchezza e nella sete si è più inclini all'ira
ergo et haec animi asperitas, seu potius animae, dulciore suco mitigatur lenito transitu spiritus et molliore facto meatu, ne scindat euntem redeuntemque Dunque anche quest'asprezza dell'animo, o piuttosto dell'anima, è mitigata da un succo più dolce lenito dal passaggio del respiro e reso più dolce nel percorso, affinché non lo ostacoli mentre va e viene
experimenta in se cuique: nullius non ira luctusque, tristitia et omnis animi impetus cibo mollitur, ideoque observanda sunt quae non solum corporum medicinam, sed et morum habent In se stesso le sperimentazioni per ciascuno: l'ira e il dolore, le tristezze e ogni passione dell'animo do ciascuno viene mitigata col cibo, perciò bisogna considerare quelle cose che non solo hanno una medicina dei corpi, ma anche delle consuetudini
[112] Aqua mulsa et tussientibus utilis traditur, calefacta invitat vomitiones, contra venenum psimithii salutaris addito oleo, item contra hyoscyami cum lacte maxime asinino, et contra halicacabi, ut diximus [112] L'acqua melata è ritenuta utile anche per coloro che hanno la tosse, riscaldata favorisce i vomiti, aggiunto l'olio salutare contro il veleno della biacca, anche contro quello del giusquiamo soprattutto con il latte di asina, e contro quello dell'alicacabo, come abbiamo detto
infunditur et auribus et genitalium fistulae Viene infusa anche nelle orecchie e nel canale degli organi genitali
vulvis inponitur cum pane molli, subitis tumoribus, luxatis leniendisque omnibus Con pane tenero è posta sugli organi femminili, sui gonfiori improvvisi, sulle lussazioni e su tutte le parti da lenire
inveteratae usum damnavere posteri, minus innocentem aqua minusque vino firmum; longa tamen vetustate transit in vinum, ut constat inter omnes, stomacho inutilissimum nervisque contrarium I posteri condannarono l'uso di quella invecchiata, meno innocua dell'acqua e meno valida del vino; tuttavia per la lunga conservazione trapassa in vino, come risulta a tutti, molto dannoso allo stomaco e contrario ai nervi
[113] Semper mulsum ex vetere vino utilissimum, facillimeque cum melle concorporatur, quod in dulci numquam evenit [113] Sempre molto utile il vino mielato con vino vecchio, e molto facilmente viene incorporato col miele, il che non avviene mai con il dolce
ex austero factum non inflat stomachum, neque ex decocto melle, minusque implet, quod fere evenit; adpetendi quoque revocat aviditatem cibi Fatto da quello aspro non gonfia lo stomaco, neppure con miele cotto, e sazia meno, il che accade generalmente; richiama anche il desiderio della ricerca del cibo
alvum mollit frigido potu, pluribus calido sistit, corpora auget In bevanda fredda ammorbidisce l'intestino, calda lo ferma ai più, da ingrandire i corpi