Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 18, Paragrafi 287-290

Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 18, Paragrafi 287-290

Latino: dall'autore Plinio il Vecchio, opera Naturalis Historia parte Libro 18, Paragrafi 287-290

[287] Vinalia priora, quae ante hos dies sunt VIIII kal Mai degustandis vinis instituta, nihil ad fructus attinent, nec quae adhuc diximus ad vites oleasque, quoniam earum conceptus exortu vergiliarum incipit a d VI id Mai, ut docuimus [287] Le prime Vinalia, che avvengono prima di questi giorni 9 giorni prima delle calende di Maggio istituite per gustare i vini, non riguardano per niente i raccolti, e quelle che abbiamo citato finora nemmeno le viti e gli ulivi, perché il loro spuntare comincia dal sorgere delle vergilie 6 giorni prima delle idi di Maggio, come abbiamo spiegato
aliud hoc quadriduum est, quo neque rore sordidas velim, exurit enim frigidum sidus arcturi postridie occidens, et multo minus plenilunium incidere Questo è un altro periodo di quattro giorni, in cui non vorrei che fossero sporchi di rugiada, infatti la fredda costellazione di arturo che tramonta il giorno dopo brucia, e molto meno che il plenilunio coincidesse
[288] IIII non Iun iterum aquila exoritur vesperi, decretorio die florentibus oleis vitibusque, si plenilunium in eum incidat [288] L'aquila sorge di nuovo di sera 4 giorni prima delle none di Giugno, in un giorno decisivo per gli ulivi e per le viti che fioriscono, se il plenilunio incide su di esso
equidem et solstitium VIII kal Iul in simili causa duxerim et canis ortum post dies a solstitio XXIII, sed interlunio accidente, quoniam vapore constat culpa acinique praecocuntur in callum Che io abbia inserito in una simile causa certo anche il solstizio 8 giorni prima delle calende di Luglio e il sorgere del cane 23 giorni dopo il solstizio, ma col novilunio corrispondente, perché la colpa consiste nel vapore e gli acini vengono maturati prima in durezza
rursus plenilunium nocet a d IIII non Iul, cum Aegypto canicula exoritur, vel certe XVI kal Aug, cum Italiae, item XIII kal Aug, cum aquila occidit, usque in X kal easdem Il plenilunio nuoce ancora 4 giorni prima delle none di Luglio, quando per l'Egitto sorge la canicola, o certo 16 giorni prima delle calende di Agosto, quando per l'Italia, così 13 giorni prima delle di Agosto, quando tramonta l'aquila, fino a 10 giorni prima delle stesse calende
[289] extra has causas sunt Vinalia altera, quae aguntur a d XIIII kal Sept [289] Al di fuori di queste cause sono le altre Vinalia, che si svolgono 14 giorni prima delle calende di Settembre
Varro ea fidicula incipiente occidere mane determinat, quod vult initium autumni esse et hunc diem festum tempestatibus leniendis institutum Varrone le stabilisce di mattina con la lira che inizia a tramontare, considera che questo è l'inizio dell'autunno e che questo giorno festivo fu istituito per calmare le tempeste
nunc fidiculam occidere a d VI id Aug servatur Ora si vede che la lira tramonta 6 giorni prima delle idi di Agosto
[290] Intra haec constat caelestis sterilitas, neque negaverim posse ea permutari algentium locorum et aestuantium natura [290] Entro questi limiti si basa la sterilità celeste, e che io non abbia negato che essi possono essere cambiati dalla natura dei luoghi freddi e di quelli caldi
set a nobis rationem demonstratam esse satis est; reliqua observatione cuiusque constabunt Ma è sufficiente che da noi sia stato dimostrato il criterio; le restanti cose dipenderanno dall'osservazione di ciascuno

Now I feel...