We use cookies to track usage and preferences

Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 17, Paragrafi 115-121

Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 17, Paragrafi 115-121

Latino: dall'autore Plinio il Vecchio, opera Naturalis Historia parte Libro 17, Paragrafi 115-121

[115] Cato vitem tribus modis inserit: praesectam findi iubet per medullam, in eam surculos exacutos, ut dictum est, addi, medullas iungi [115] Catone innesta la vite in tre modi: consiglia che tagliata sia divisa attraverso il midollo, che in questo siano aggiunti i germogli appuntiti, come è stato detto, che siano congiunti i midolli
altero, si inter se vites contingant, utriusque in obliquum latere contrario adraso iunctis medullis colligari Nell'altro modo, se le viti si toccano fra loro, raschiato di traverso il lato opposto di entrambe siano collegate ai midolli congiunti
tertium genus est terebrare vitem in obliquum ad medullam calamosque addere longos pedes binos atque ita ligatum insitum intritaque inlitum operire terra calamis subrectis Il terzo metodo consiste nel forare la vite di traverso fino al midollo e aggiungere marze lunghe due piedi e innestata così legata e cosparsa di terra sminuzzata coprire con le marze diritte
[116] nostra aetas correxit, ut Gallica uteretur terebra, quae excavat nec urit, quoniam adustio omnis hebetat, atque ut gemmascere incipiens eligeretur calamus, nec plus quam binis ab insito emineret oculis, ulmi vimine alligato bina circumdarentur acie a duabus partibus, ut inde potius destillaret mucor, qui maxime vites infestat; dein cum evaluissent flagella pedes binos, vinculum insiti incideretur, ubertati crassitudine permissa [116] La nostra epoca ha modificato, cosicché si usi la tivella gallica, che scava e non brucia, poiché ogni bruciatura indebolisce, e affinché sia scelta una marza che cominci a germogliare, e non si sporga con più di due occhi dall'innesto, legato < con il libro> dell'olmo o col vimine siano delimitate con una punta dalle due parti, affinché da lì fuoriesca soprattutto il liquido, che rovina grandemente le viti; poi essendo i tralci cresciuti di due piedi, venendo tagliato il legame dell'innesto, dopo aver concesso vigore alla fertilità
[117] vitibus inserendis tempus dedere ab aequinoctio autumno ad germinationis initia [117] Stabilirono il periodo per le viti da innestare dall'equinozio d'autunno agli inizi della germinazione
sativae plantae silvestrium radicibus inseruntur natura siccioribus; si sativae silvestribus inserantur, degenerant in feritatem Le piante coltivate sono innestate sulle radici di quelle selvatiche più secche per natura; se quelle piantate sono innestate sulle selvatiche, degenerano nell'asprezza
reliqua caelo constant Le altre dipendono dal clima
aptissima insitis siccitas; huius enim remedium: adpositis fictilibus vasis modicus umor per cinerem destillat La siccità molto adatta agli innesti; infatti rimedio di ciò: messi i vasi di terracotta poca acqua gocciola attraverso la cenere
inoculatio rores amat lenes L'innesto ad occhio ama le rugiade leggere
[118] Emplastratio et ipsa inoculatione nata videri potest, crasso autem maxime cortici convenit, sicut est ficis [118] L'innesto può sembrare nato dallo stesso innesto ad occhio, conviene soprattutto quindi con una corteccia spessa, come c'è per i fichi
Following pages
Livio, Ab urbe condita: Libro 37; 31 - 35
Livio, Ab urbe condita: Libro 37; 31 - 35
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 23, Paragrafi 127-130
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 23, Paragrafi 127-130
Gellio, Notti attiche: Liber 4, 4-8
Gellio, Notti attiche: Liber 4, 4-8
Fedro, Favole: Libro 01 - Il passero consigliere alla lepre
Fedro, Favole: Libro 01 - Il passero consigliere alla lepre
Properzio, Elegie: Libro IV, Elegia IX
Properzio, Elegie: Libro IV, Elegia IX
Cicerone, In Verrem: 02; 04-31-35
Cicerone, In Verrem: 02; 04-31-35
Livio, Ab urbe condita: Libro 34; 45 - 49
Livio, Ab urbe condita: Libro 34; 45 - 49
Virgilio, Eneide: Libro 07 - ALLETTO E’ INVIATA SULLA TERRA
Virgilio, Eneide: Libro 07 - ALLETTO E’ INVIATA SULLA TERRA
Sallustio, Bellum Iugurthinum: Parte 41-45
Sallustio, Bellum Iugurthinum: Parte 41-45