Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 08, Paragrafi 191 - 192

Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 08, Paragrafi 191 - 192

Latino: dall'autore Plinio il Vecchio, opera Naturalis Historia parte Libro 08, Paragrafi 191 - 192

[191]oves non ubique tondentur; durat quibusdam in locis vellendi mos [191] Le pecore non sono tosate dovunque; in alcuni luoghi perdura l'abitudine di strapparlo
colorum plura genera, quippe cum desint etiam nomina iis quas nativas appellant aliquot modis: Hispania nigri velleris praecipuas habet, Pollentia iuxta Alpes cani, Asia rutili, quas Erythraeas vocant, item Baetica, Canusium fulvi, Tarentum et suae pulliginis Più tipi di colori, cosicché mancano anche i nomi per quelle che in molte varietà chiamano originarie: la Spagna ha le prevalenze del vello nero, Pollenza vicino alle Alpi del bianco, l'Asia del rosso, che chiamano Eritree, ugualmente la Betica, Canosa del giallo, Taranto anche del suo colore scuro
sucidis omnibus medicata vis Un potere medicinale (c'è) per tutte quelle sporche
Histriae Liburniaeque pilo propior quam lanae, pexis aliena vestibus et quam Salacia scutulato textu commendat in Lusitania (Quella) dell'Istria e della Liburnia più simile al vello che alla lana, inadatta per tessuti pettinati e quella con tessuto romboidale che produce Salacia in Lusitania
similis circa Piscinas provinciae Narbonensis, similis et in Aegypto, ex qua vestis detrita usu pingitur rursusque aevo durat Simile vicino a Piscine della provincia Narbonese, simile anche in Egitto, con questa è cucita la veste consumata dall'uso e dura di nuovo nel tempo
est et hirtae pilo crasso in tapetis antiquissima gratia iam; certe iis usos Homerus auctor est Anche per quella ruvida con filo grosso c'è apprezzamento fin dai tempi più antichi; certo Omero è testimone che facevano uso di queste
aliter haec Galli pingunt, aliter Parthorum gentes I Galli le tingono in un modo, i popoli dei Parti in un altro
[192]lanae et per se coactae vestem faciunt et, si addatur acetum, etiam ferro resistunt, immo vero etiam ignibus novissimo sui purgamento [192] Le lane si ottengono anche dopo aver impastato la stoffa di per sé e, se viene aggiunto l'aceto, resistono anche al ferro, anzi anche al fuoco sua ultimissima pulitura
quippe aenis polientium extracta in tomenti usum veniunt, Galliarum, ut arbitror, invento; certe Gallicis hodie nominibus discernitur Infatti tolte dalle caldaie di bronzo di quelli che le puliscono si usano nell'imbottitura, scoperta, penso, dei Galli; certo oggi è individuato con nomi gallici