We use cookies to track usage and preferences

Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 08, Paragrafi 15 - 17

Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 08, Paragrafi 15 - 17

Latino: dall'autore Plinio il Vecchio, opera Naturalis Historia parte Libro 08, Paragrafi 15 - 17

[15]idem namque tradit agnitum in senecta multos post annos qui rector in iuventa fuisset; idem divinationem quandam iustitiae, cum Bocchus rex triginta elephantis totidem, in quos saevire instituerat, stipitibus adligatos obiecisset, procursantibus inter eos qui lacesserent, nec potuisse effici ut crudelitatis alienae ministerio fungerentur [15] Infatti lo stesso ne ricorda uno che aveva riconosciuto in vecchiaia dopo molto anni colui il quale era stato il conducente in giovinezza; lo stesso (ricorda) una certa intuizione della giustizia, quando il re Bocco aveva mandato altrettanti elefanti contro trenta legati ai pali, contro cui aveva deciso di infierire, pur correndo fra loro quelli che li pungolavano, non aver potuto ottenere che fungessero da strumento di crudeltà altrui
[16]Elephantos Italia primum vidit Pyrri regis bello et boves Lucas appellavit in Lucanis visos anno urbis CCCCLXXII, Roma autem in triumpho VII annis ad superiorem numerum additis, eadem plurimos anno DII victoria L [16] Si videro per la prima volta in Italia gli elefanti nella guerra del re Pirro e vistili in Lucania nell'anno 472 della città si chiamarono buoi lucani, Roma poi in un trionfo sette anni dopo in numero superiore, di più nell'anno 502 catturati ai Cartaginesi con la stessa vittoria del pontefice L
Metelli pontificis in Sicilia de Poenis captos Metello in Sicilia
CXLII fuere aut, ut quidam, CXX, travecti ratibus quas doliorum consertis ordinibus inposuerat Furono 142 o, secondo alcuni, 120, trasportati su zattere che aveva fissato su file unite di botti
[17]Verrius eos pugnasse in circo interfectosque iaculis tradit paenuria consilii, quoniam neque ali placuisset neque donari regibus; L [17] Verrio racconta che essi avevano combattuto nel circo e uccisi con i giavellotti per mancanza di decisione, poiché né si era stabilito di nutrirli né di donarli ai re; L
Piso inductos dumtaxat in circum atque, ut contemptus eorum incresceret, ab operariis hastas praepilatas habentibus per circum totum actos Pisone che furono solo portati nel circo e, affinché crescesse il loro disprezzo, spinti per tutto il circo dai braccianti che avevano aste con giavellotti
nec quid deinde iis factum sit auctores explicant qui non putant interfectos Gli autori che non li ritengono uccisi non spiegano cosa poi sia stato fatto a questi
Following pages
Virgilio, Eneide: Libro 06 - INCONTRO CON PALINURO
Virgilio, Eneide: Libro 06 - INCONTRO CON PALINURO
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 32, Paragrafi 01-63
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 32, Paragrafi 01-63
Sallustio, Bellum Iugurthinum: Parte 21-25
Sallustio, Bellum Iugurthinum: Parte 21-25
Seneca, De Constantia Sapientis: 16; 01-04
Seneca, De Constantia Sapientis: 16; 01-04
Livio, Ab urbe condita: Libro 26; 21-30
Livio, Ab urbe condita: Libro 26; 21-30
Livio, Ab urbe condita: Libro 27; 47 - 49
Livio, Ab urbe condita: Libro 27; 47 - 49
Cicerone, Tuscolanae Disputationes: Libro 02; 01-41
Cicerone, Tuscolanae Disputationes: Libro 02; 01-41
Livio, Ab urbe condita: Libro 31; 03 - 05
Livio, Ab urbe condita: Libro 31; 03 - 05
Properzio, Elegie: Libro II, Elegia XXV
Properzio, Elegie: Libro II, Elegia XXV