Plauto, Aulularia: Argumentum II

Plauto, Aulularia: Argumentum II

Culture.

Latino: dall'autore Plauto, opera Aulularia parte Argumentum II

Aulam repertam auri plenam Euclio Vi summa servat, miseris adfectus modis Ansiosamente veglia il vecchio Euclione sulla pentola piena d'oro che Un giorno casualmente ha rinvenuto
Lyconides istius vitiat filiam Un giovane, Liconide, ha violato La figlia di Euclione
Volt hanc Megadorus indotatam ducere, Lubensque ut faciat dat coquos cum obsonio Megadoro, che vuol prenderla in moglie senza dote, Una cena promette, e lauta, per ottenere dal padre il suo consenso
Auro formidat Euclio, abstrudit foris La pentola nasconde fuor di casa nel timore di perder l'oro, Euclione
Re omni inspecta compressoris servolus Id surpit A spiarlo c'è un servo di Liconide, il seduttore
illic Euclioni rem refert Il servo vede tutto: Ruba quindi la pentola dell'oro
Maybe you might be interested
Plauto, Aulularia: Argumentum I (visits 74)
Ab eo donatur auro, uxore et filio Ma il giovane Liconide, che sa, Informa della cosa il vecchio Euclione
E questi finalmente si decide: Al giovane concede ed oro e figlia e il bambino da questa generato