Livio, Ab urbe condita: Libro 28; 26 - 28

Livio, Ab urbe condita: Libro 28; 26 - 28

Cultura. Lunedi, 09 Ottobre 2017. visite: giorni 9 Classifica 2.8 %

Latino: dall'autore Livio, opera Ab urbe condita parte Libro 28; 26 - 28

[26] Per eosdem dies quibus haec illi consultabant consilium de iis Carthagini erat, certabaturque sententiis utrum in auctores tantum seditionis--erant autem ii numero haud plus quam quinque et triginta--animaduerteretur, an plurium supplicio uindicanda tam foedi exempli defectio magis quam seditio esset [26] In quegli stessi giorni, nei quali i ribelli si interrogavano intorno a queste decisioni, in Cartagena si dipanava un consiglio di guerra per deliberare sulle misure da prendere nei loro riguardi e si disputava se si dovesse operare solo contro i promotori della rivolta, che erano non più di trentacinque, o sottoporre a supplizio in numero ben maggiore quelli che avevano dato un così funesto esempio di diserzione più che di sedizione
Vicit sententia lenior ut unde culpa orta esset ibi poena consisteret: ad multitudinem castigationem satis esse Prevalse l'opinione più moderata, perché la pena colpisse là dove era l'origine del delitto; per la massa dei soldati sarebbe stata sufficiente un'aspra rampogna
Consilio dimisso, ut id actum uideretur, expeditio aduersus Mandonium Indibilemque edicitur exercitui qui Carthagine erat et cibaria dierum aliquot parare iubentur Sciolta la riunione, fingendo che si fosse trattato di cose militari, si comunicò all'esercito che era a Cartagena che si era decisa una spedizione contro Mandonio e Indibile; fu inoltre dato ordine di tenere pronte provviste per alcuni giorni
Tribunis septem qui et antea Sucronem ad leniendam seditionem ierant obuiam exercitui missis quina nomina principum seditionis edita sunt, ut eos per idoneos homines benigno uoltu ac sermone in hospitium inuitatos sopitosque uino uincirent Si mandarono, frattanto, incontro all'esercito quei sette tribuni che si erano recati al fiume Sucrone per placare la rivolta e si trasmisero a ciascuno di loro cinque nomi di capi della sommossa, con l'ordine di incaricare alcuni uomini abili di rivolgersi ad essi con volto amico e parole benevole, di invitarli a casa loro e, dopo averli ubriacati, arrestarli
Haud procul iam Carthagine aberant cum ex obuiis auditum postero die omnem exercitum cum M Silano in Lacetanos proficisci I rivoltosi erano ormai non lontano da Cartagena, quando incontrarono della gente che li avvertì che tutto l'esercito con M Silano l'indomani sarebbe partito contro i Lacetani
Non metu modo omni qui tacitus insidebat animis liberauit eos, sed laetitiam ingentem fecit quod magis habituri solum imperatorem quam ipsi futuri in potestate eius essent Questa notizia li liberò non solo da quel timore segreto che occupava il loro animo, ma li fece anche rallegrare all'idea che avrebbero avuto in loro potere il generale solo, più che venire essi stessi in potere di lui
Sub occasum solis urbem ingressi sunt exercitumque alterum parantem omnia ad iter uiderunt Al tramonto del sole entrarono in città e videro l'altro esercito che preparava ogni cosa per il viaggio
Excepti sermonibus de industria compositis--laetum opportunumque aduentum eorum imperatori esse quod sub ipsam profectionem Furono accolti con parole già accordate che esprimevano il compiacimento di Scipione per il loro opportuno arrivo, che era avvenuto proprio quando l'altro esercito stava per partire
Alterius exercitus uenissent-- corpora curant I rivoltosi frattanto si diedero alle cure del corpo
Ab tribunis sine ullo tumultu auctores seditionis per idoneos homines perducti in hospitia comprensi ac uincti sunt Allora senza confusione alcuna gli ideatori della rivolta furono condotti negli alloggi a loro destinati da uomini a ciò incaricati e là furono arrestati ed incatenati

Adesso mi sento...