Le implicazioni dell’ergastolo ostativo

le implicazioni dell’ergastolo ostativo

le persone che stanno scontando un ergastolo possono avere benefici come come semilibertà o permessi premio. Queste agevolazioni sono assenti nell'ergastolo ostativo

Il 9 ottobre 2019 una sentenza della corte europea ha sentenziato che l'ergastolo ostativo praticato in Italia è contrario alla concenzione europea dei diritti dell'uomo che vieta i trattamenti e le punizioni degradanti e inumani.  Le pene non possono consistere in trattamenti contro l'umanità, si elimina la speranza e questo non rispetta la dignità umana.

L'ergastolo ostativo è stato inserito negli anni '90 dallo Stato nel periodo delle stragi di mafia, infatti non può essere dato a chiunque ma solo  ai mafiosi o terroristi. Collaborando con la giustizia e tradendo la mafia si possono ottenere benefici, questa la tesi di chi sostiene la legge. Il carcerato ha fatto la scelta, tra Stato e mafia ha scelto la mafia non collaborando quindi la non concessione dei privilegi è naturale conseguenza. A questo ribatte la corte europea affermando che la scelta di collaborare non è libera perchè implica ripercussioni da parte della mafia. 

Chi vuole invece la rimozione della legge cita l'articolo 27 della Costituzione che al comma 3 recita: "Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato."

Maybe you might be interested:
la rete degli invisibili di Nicola Gratteri e Antonio Nicaso
In Sicilia la mafia uccide i servitori dello stato, che lo stato non e...