La Rivoluzione Americana e il Dispotismo illuminato

La Rivoluzione Americana e il Dispotismo illuminato

Le prime comunità di coloni in America erano formate da europei fuggiti per scampare alle persecuzioni politiche e religiose

tra questi anche i PADRI PELLEGRINI che nel 1620 approdarono con la Mayflower sulle coste del Massachissetts. Successivamente si aggiunsero debitori,contadini impoveriti e mercanti così che l' incremento demografico e lo sviluppo economico furono notevoli.

Quando la necessità di nuove terre fu impellente gli Europei cacciarono gli Indiani con violenza, emarginandoli in riserve ristrette e isolate.

Il mondo coloniale non era soggetto ai sistemi dell' ancien regime e non conosceva né privilegi ne divisioni di ceto legati alla nascita.

Qui contavano l'operosità, l'ingegno e il saper sfruttare le risorse. Era un paese nuovo,senza tradizione, per questo si possono instaurare principi illuministi!

Le colonie del nord Avevano un'agricoltura di cereali organizzata in proprietà, allevamento di bestiame e pesca e attività legate al legno.

Le colonie del sud coltivavano tabacco e cotone usando schiavi neri.

Il mondo coloniale era in espansione: nacquero infatti grandi citta come Boston, Filadelfia e NY e vennero fondate scuole e università con uno spirito di tolleranza e libertà!!

Più le attività economiche crescevano più i coloni sopportavano meno gli obblighi a cui li sottoponeva la Gran Bretagna; I coloni volevano essere trattati come gli Inglesi d'Inghilterra, con proprie RAPPRESENTANZE POLITICHE che tutelassero i loro interessi.

La madrepatria pensava invece di sfruttare la ricchezza delle colonie e le obbligava a commerciare solo con L'inghilterra e IMPONEVA FORTI TASSE.