La ricorrenza di un anniversario innesca la guerra delle isole Falkland

la ricorrenza di un anniversario innesca la guerra delle isole Falkland

nel 1833 la presa delle isole con l'occupazione inglese. Nel 1983 ricorrono i 150 anni. L'attesa dell'anniversario innesca pensieri di conquista e nel 1982 la guerra ha inizio

da un lato l'Inghilterra che chiama quelle terre Falkland, dall'altro gli argentini che la chiamano Malvine. L'arcipelago si trova a circa 500 km dalla costa argentina e abitata prevalentemente da popolazione di origine inglese o scozzese.

L' avvicinarsi dell'anniversario in Argentina fa discutere. Nel dicembre 1981 la nazione è controllata da generali quindi un governo di piena repressione. L'economia è al collasso, l'inflazione al 600%, la povertà diffusa. Il generale viene deposto dalla sua stesa giunta militare a favore di un altro, il generale Leopoldo Galtieri. Salito al potere si autoelegge presidente a vita e decide l'occupazione delle Falkland . Pochi mesi dopo la invade. Siamo nel 1982.

A quel tempo il governo inglese era governato da Margaret Thatcher. Al Parlamento inglese spiega che l'occupazione argentina non ha nè giustificazione, nè legalità. Chiede il permesso per far partire la flotta già riunita. Si arriva alla guerra, in poche settimane gli inglesi vincono. Si conteranno 1000 morti, 649 argentini 258 inglesi. il generale Galtieri si dimette. Verrà sostituito da un altro generale ma la dittatura dura poco e si va ad elezioni.