Illuminismo: descrizione generale

Illuminismo: descrizione generale

il 700 ha contenuti diversi:
- per i religiosi esalta l'ateismo beffardo
- per i tradizionalisti distrugge il sacro patrimonio della storia

- per i conservatori dà inizio alla rovina della società

- per i progressisti è il secolo della liberazione dell'umanità dalle superstizioni, inaugura l'era dell'uguaglianza e della libertà

Gli storici moderni sostengono che il 700 sviluppò e tramandò idee già affermate nel 600, altri affermano che nelle sue varie forme è la manifestazione della crescita della borghesia. Hazard spiega tutto il movimento innovatore come il superamento della crisi della coscienza europea già in atto all'epoca di Luigi XIV. L'Europa passa dalle costrizioni, dai dogmi, alla libertà, dal diritto divino a quello naturale, dalla disuguaglianza all'uguaglianza, dal cristianesimo all'ateismo. Idee rivoluzionarie, che costituiscono il patrimonio culturale dell'illuminismo, sono già manifeste in filosofi rinascimentali come Spinosa, Locke, Bayle. Questo movimento critico nasce dunque dalla ripresa delle idee rinascimentali, per Hazard, con cui il 700 ha un incontestabile legame. Illuminismo e borghesia: storici sensibili ai rapporti economici-sociali spiegano il secolo dei lumi come il logico risultato dell'articolarsi degli interessi e delle istanze di una classe borghese sempre più cosciente della sua forza e dei suoi diritti. Nell'Europa occidentale, dice Touchard, l'illuminismo trova seguito nei funzionari, ufficiali, mercanti, tecnici, intellettuali. Questo sostrato borghese del movimento illuminista è evidente nel nuovo contenuto che i filosofi attribuiscono ai principali convetti sociali e politici. L'utilitarismo è l'anima di tutte le attività; con esso si confonde la morale, a esso si subordina la politica, a esso si ispirano gli enciclopedisti, i fisiocratici, i liberisti e i sostenitori dell'assolutismo illuminato. Voltaire è il maggior esponente dell'illuminismo e incarna gli interessi e gli ideali borghesi. Non crede nell'uguaglianza, tesse l'elogio del lusso e della ricchezza (assai ricco lui stesso), ritiene benefica la gerarchia tra classi sociali ed è contrario all'aumento di educazione delle classi popolari. Si batte per riforme amministrative e civili: proibizione degli arresti domiciliari, soppressione della tortura e della pena di morte. Montesquieu e Rousseau, gli altri due maggiori pensatori, hanno idee diverse e opposte tra loro: il primo ammira l'Inghilterra liberale, convinto sostenitore della nobiltà non chiusa ma sostegno della monarchia e garanzia di libertà (la nobiltà è l'unica classe capace di frenare gli abusi di autorità); il secondo è un isolato e un solitario, ideatore di una utopica (ma razionale) società democratica ed egualitaria.

Maybe you might be interested
Filosofia dell’illuminismo - E. Cassirer

Maybe you might be interested
Illuminismo: le caratteristiche

Maybe you might be interested
L’illuminismo

Maybe you might be interested
Illuminismo - relazione