Il mito del Demiurgo: riassunto

Il mito del Demiurgo: riassunto

Ognuno di noi per compiere un impresa chiede aiuto a qualche dio questo viene fatto anche per parlare della nascita dell'universo

Principalmente bisogna distinguere tre cosa il mondo sensibile che è la causa materiale , il mondo delle idee che è la causa spirituale e l'artefice che è la causa efficiente. Il mondo è nato perché è visibile e si può toccare , è qualcosa di concreto formato da cose sensibili , tutto questo poteva essere "costruito" in modo ordinato op disordinato e dei due modi è stato scelto quello ordinato, per questo l'artefice del mondo è buono e in una persona buona non nasce mai alcuna invidia per nessuna cosa e quindi volle vedere che tutte le cose divenissero simili a lui.


Questo fatto fu accettato in quanto dio volendo che tutte le cose fossero buone portò il disordine nell'ordine ritenendo che fosse una cosa giusta. Riflettendo capì che delle cose visibili nella loro completezza , nessuna senza intelligenza sarebbe stata più bella di un'altra dotata di un intelligenza , e che era impossibile che alcuna cosa fosse intelligente senza un anima cioè non completa. A dimostrazione di ciò compose l'intelligenza nell'anima e l'anima nel corpo costruendo l'universo che aveva le sembianze di un animale, non uno di quelli che hanno la forma incompleta perché non può essere cosa imperfetta , ma dovrà essere simile a quello del quale sono parti gli altri animali considerati singolarmente e nelle loro specie.


Questi ha in se tutti gli animali percettibili , come noi apparteniamo a questo mondo assieme agli altri animali visibili. E dio volendolo a somiglianza del più bello e del più finito e perfetto degli animali intelligibili generò un solo animale visibile che al suo interno raccoglie tutti gli animali che gli sono per natura somiglianti. Perché Palatone introduce la figura del demiurgo Perché ha bisogno di un tramite sul mondo delle idee in quanto non può spiegare l'origine del mondo senza il mito.

Notifications