I gatti neri e la nascita della consuetudine del presagio di sventura

I gatti neri e la nascita della consuetudine del presagio di sventura

Si racconta che l'impropria consuetudine che taluni hanno di vedere in questi animali una sorta di presagio di sventura sia stata corroborata, in epoca medioevale, dalle incursioni dei pirati musulmani

In che maniera?

Leggenda vuole che durante gli arrembaggi nelle località costiere, dalle imbarcazioni di questi predoni fossero soliti sbarcare anche i numerosi gatti che essi tenevano a bordo per impedire che i topi invadesseero le dispense. Ebbene, pare che fra questi felini abbondassero - non si sa bene per quale ragione - quelli col pelo scuro. La visione di un gatto nero, quindi, era da interpretare come il segnale di una minaccia incombente, rappresentata per l'appunto dai pirati di fede islamica

Maybe you might be interested

Lo Stato della Virginia rende omaggio con il suo nome alla "regina vergine"
Lo Stato della Virginia rende omaggio con il suo nome alla "regina vergine"

il corsaro Walter Raleigh nel 1584, spingendosi con le proprie navi fino alle coste dell'america del Nord, gettò le basi per la colonizzazione di queste regioni da parte dell'Inghilterra a partire da...

essere piantati in asso, origine dell’espressione
essere piantati in asso, origine dell'espressione

Il modo di dire deriva dalla mitologia che racconta di Arianna abbandonata sull'isola di Nasso da Teseo durante il viaggio di ritorno

perdere il filo del discorso, origine dell’espressione
perdere il filo del discorso, origine dell’espressione

questo modo di dire viene dal mondo greco

la nascita del termine quarantena
la nascita del termine quarantena

fa riferimento alla peste nera, l'epidemia che nel XIV secolo uccise un terzo della popolazione europea

l’impatto della peste nera nel medioevo
l’impatto della peste nera nel medioevo

Ogni aspetto della vita sociale di quel periodo fu minacciata prima e colpita poi. Ogni città, insediamento, luogo fu infettato dalla pestilenza